I protagonisti dipingono le fisime dei nostri giorni con leggerezza e naturalezza in una velata provocazione senza polemica.

Tu chiamale se vuoi ossessioniSul palco del Teatro Trastevere fino al 31 Gennaio, la compagnia “Come risolvere in 2” porta in scena un’esuberante commedia “NON TI FISSARE – tu chiamale su vuoi ossessioni”, scritta da Antonia Fama e Lorenzo Misuraca. Tra una risata e l’altra si nasconde una sottile critica alla nostra società, di cui si tracciano in modo leggero e ironico fisime e manie.

La scena è semplice: in un area di sosta non bene identificata cinque personaggi vivranno insieme una lunga notte. I cellulari non prendono, i soccorsi non possono essere chiamati e la corriera non accenna a riprendere il suo viaggio per un guasto del motore. Così l’incontro di questi personaggi, ognuno con le sue manie, darà vita a situazioni esilaranti in cui, ad uno ad uno, ci racconteranno debolezze, fissazioni e ansie che li perseguitano. Ognuno ha le sue: c’è l’iperconnesso, l’ipocondriaco, la workaholic, la zitella alla ricerca disperata del principe azzurro e un simpatico erotomane. Insomma ce ne è per tutti i gusti!

Così comprensibili ai nostri occhi da farci sentire sul ciglio della strada in una fredda notte di gennaio con loro. Con estremo divertimento riconosciamo di volta in volta le fissazioni di amici e conoscenti e anche un po’ le nostre rivedendoci tra quelle stranezze così familiari. I protagonisti dipingono le fisime dei nostri giorni con leggerezza e naturalezza in una velata provocazione senza polemica. Sdrammatizzano situazioni in cui sempre più spesso ci troviamo, con ironia e sarcasmo per ricordarcene senza smettere di ridere.

La serata a Teatro Trastevere trascorre veloce tra battute e scene comiche, e forse proprio il riconoscerci, con un po’ di imbarazzo, in questi strani personaggi è la forza di questa irriverente commedia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.