Dall’11 al 14 Dicembre al teatro Petrolini regna l’improvvisazione grazie a “Tutto da sol (ovvero come ci siamo dimenticati il pezzo a San Remo)” di e con “Gli Appiccicaticci”: Tiziano Storti e Stefano De Paolis.

Dopo anni di concerti, viaggi e sofferenze, due musicisti riescono finalmente ad ottenere la grande occasione che aspettavano da anni, la possibilità di esibirsi al festival di Sanremo.
A sole due ore dal proprio debutto sulla scena nazionale accade però l’impensabile. Entrambi dimenticano totalmente il pezzo che avrebbero dovuto suonare.
Agitati e confusi, optano per l’unica scelta possibile. Creare sul momento un brano musicale ispirandosi ai propri ricordi e presentarlo come inedito sul palcoscenico.
La partecipazione allo zecchino d’oro, i primi amori, i concerti nei centri sociali e i viaggi affrontati durante la loro vita diventano quindi gli unici elementi a cui i due artisti possono aggrapparsi per riuscire a scrivere un pezzo degno del festival di Sanremo.

Divertente. Questa è l’unica parola che può descrivere appieno lo spettacolo a cui abbiamo assistito al teatro Petrolini.
Improvvisare non è mai cosa semplice e, in questo caso, i due attori scelgono addirittura di aggiungere la componente musicale alla propria rappresentazione scommettendo sulle proprie capacità.
Questa sicurezza in se stessi si rivela ben fondata e l’affiatamento che mostrano Storti e De Paolis nel comporre dei pezzi sul momento basandosi esclusivamente sui consigli del pubblico non fanno altro che produrre una rappresentazione di successo e divertente come poche regalando, inoltre, una prestazione sempre diversa ogni sera.
Anche la scelta delle “fonti” di ispirazione risulta elegante e ben pensata. All’entrata della sala, agli spettatori sono affidati dei post-it su cui devono scrivere qualunque cosa vogliano.
Una volta fatto, i foglietti vengono appesi su tutta la scenografia e compito dei due attori è improvvisare dei brani musicali che abbiano come tema centrale i pensieri, le frasi o le parole scritte dal pubblico.

Tra canzoni di Pino Daniele, Fabrizio De Andrè, Jovanotti, Fabri Fibra e molti altri, non potrete fare altro che rimanere stupiti e divertiti per la bravura di Storti e De Paolis rendendo “Tutto da sol” uno spettacolo da andare a vedere e rivedere più volte.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.