Un ladro, due criminali, un’assassina e un pazzo. Gli speciali eroi di Gunn conquistano il botteghino

566

Proiettato in anteprima al Festival Internazionale del Film di Roma, dal 22 ottobre arriva in tutte le sale italiane “I guardiani della galassia“, l’ultimo film ispirato ai supereroi della Marvel.

- Advertisement -

Con la regia di James Gunn (Slither del 2006; Super del 2010), si trova già in fase di creazione il secondo episodio dedicato ai protagonisti del film che, probabilmente, non uscirà prima del 2016.

A seguito della morte della madre, il piccolo Peter Quill, ormai orfano, prova a fuggire dalla propria città.
Sfortunatamente per lui  verrà rapito da una banda di sciacalli spaziali e sarà cresciuto, contro la sua volontà, come uno di loro.
Anni dopo, durante un consueto lavoro di pulizia di un antico tempio, dovrà abbandonare la sua carriera di criminale per poter salvare l’universo da una minaccia aliena apparentemente incontrastabile.
In cambio di una lauta ricompensa, Rocket, un procione geneticamente modificato risultato di esperimenti illegali, Groot, creatura con le sembianze di un albero e scagnozzo di Rocket, Gamora, una donna trasformata in un’arma vivente, e Drax, alieno in cerca di vendetta per la propria famiglia, si uniranno a Peter nell’impresa che li porterà a visitare gli angoli più remoti della galassia.

“Miscuglio” è sicuramente la parola che più riesce ad identificare “I guardiani della galassia”. Non solo può essere collegata agli elementi di scena che mischiano passato e futuro, trovare in una navicella spaziale un lettore per musicassette può essere alquanto bizzarro, ma anche alle citazioni e alle atmosfere che regnano per tutta la proiezione. Riferimenti a vecchie pellicole come “Footlose” ed il continuo susseguirsi di situazioni a metà strada tra “Guerre Stellari” e “Balle Spaziali” rendono l’opera un miscuglio di epicità e di comicità che, merito della regia di Gunn, riescono ad essere sempre contestualizzate e mai fuori luogo.
Fedele a sé stesso dall’inizio alla fine, il film risulta vincente proprio grazie allo spirito dissacrante e sincero che guida le quasi due ore di proiezione, a cui anche gli effetti speciali cedono il passo non occupando una rilevanza centrale nella buona riuscita della pellicola.

Guadagnandosi il terzo posto tra i film Marvel più visti, dopo “The Avengers” e “Iron Man 3”, con 733 milioni di dollari di incassi, il 22 ottobre “I guardiani della galassia” arriverà finalmente anche in Italia ma alcuni fan già aspettano di vedere il secondo episodio.

- Advertisement -

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.