Velia Lalli : cantante, attrice, autrice ed idraulico

2073

Velia Lalli  l’8 e il 9 febbraio  salirà sul palco del The Publisher Music Pub di Roma per raccontare la sua vita contromano.

Siamo andati a conoscerla meglio e, di sicuro, non ci siamo annoiati!

Ciao Velia, attrice e cantante o cantante ed attrice ?

Cantante, attrice, autrice ed idraulico. In ordine cronologico, se era questo che volevi sapere. Ed è senz’altro l’idraulico che da il maggiore contributo alla mia teatralità. Quella “verità” di cui tanto si parla nel teatro.

Stand-up comedy è un’espressione in lingua inglese che indica uno spettacolo di  umorismo interpretato da un solo comico. (L’umorista si presenta di solito in piedi ,da qui il termine ‘stand up’).
Qual è il percorso che porta un’attrice a scegliere il genere, del tutto particolare, della Stand Up Comedy ?

Per fortuna la Stand Up Comedy è un genere di comicità che, oltre a costringerti a stare in piedi, minando il sistema venoso periferico,  ha la caratteristica di essere dichiaratamente fuori dagli schemi: un genere usurante ma liberatorio.

Sono i temi trattati che la rendono diversa dal cabaret. L’incontro con questo  genere è stato fortuito, come quasi  tutte le occasioni della vita ( anche l’uomo della tua vita è una botta di culo)ed è stato subito amore (solo con la stand up comedy). Ho trovato la forma espressiva che più mi si adatta.

Il repertorio dell’umorista stand up si basa su testi originali costruiti a partire da osservazioni sul quotidiano. Quali sono i tuoi punti di osservazione preferiti ?

Non ho delle preferenze, piuttosto dei temi ricorrenti, forse perché inesauribili : l’educazione, l’ipocrisia, i pregiudizi. Ma sempre dal mio punto di osservazione: le mie esperienze.

Spesso sono gli episodi che mi sorprendono negativamente che mi sollecitano a trovare una chiave comica per superarli.

Fai parte ormai da anni di Satiriasi, uno dei movimenti più importanti della stand up a livello nazionale. Unica donna in un gruppo di maschiacci : trattata come una principessa ?

Neanche mia nipote di 7 anni crede più alle favole! Le principesse non esistono, i maschiacci si! Fai un ragionamento deduttivo e trai tu le conclusioni. Di tutte le domande possibili, questa è ancora quella che mi spiazza di più.

Non so mai come rispondere: forse perché i generi non mi interessano un granché. Siamo colleghi, abbiamo le stesse dinamiche che si possono avere in qualsiasi gruppo di lavoro.

L’unica differenza  è  che, prima degli spettacoli, quando ci incitiamo al grido di “merda”, 7 maschi mi toccano il culo.

Posso ritenermi fortunata!

Parliamo ora del tuo spettacolo. Perché è vietato ai minori di 18 anni ? E’ solo un atto provocatorio o ci sono ancora argomenti tabù per i più giovani ?

No, non credo ce ne siano… ma preferisco non finire in galera! Ogni età ha il suo linguaggio e, per quanto gli argomenti siano della vita quotidiana, il punto di vista cambia con l’esperienza: lasciamo ai minorenni il tempo di arrivarci da soli alla visione cruda della vita… Non possiamo suggerirgli tutto noi!

Cos’è una vita contromano … e se fossero gli altri ad andare contromano in realtà ?

O io, o loro, converrai con me che non cambierebbe molto: ci troveremmo sempre di fronte. Mi piace far ridere le persone delle proprie paure ma, soprattutto, delle proprie certezze.

I social network sono pieni zeppi di aforismi, ce ne lasci uno tuo ?

Perché una donna in gamba è una “con le palle” mentre un uomo con le tette è un ciccione?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.