“Zuzzurro e Gaspare da adesso non ci sono più. Punto”. 

Queste le parole usate da Nino Formicola, in arte Gaspare, per annunciare la morte dell’amico di sempre Andrea Brambilla, Zuzzurro.

Un sodalizio iniziato nel lontano 1976 al Derby di Milano che ha poi spiccato il volo negli anno d’oro del Drive In.

E’ stato un tumore al polmone diagnosticato a febbraio a portarselo via, una malattia combattuta caparbiamente. “Era un combattente vero. Voleva tornare in palcoscenico a tutti i costi. Non a caso Veronesi ha scritto un articolo su di lui, proprio oggi, in cui lo citava come esempio”.

Con lui se ne va un tipo di comicità controcorrente fatta di ironia sussurrata, di strampalata eleganza, una comicità pulita.

I funerali si terranno sabato alle 11 alla  CHIESA DI SAN VINCENZO, via San Vincenzo

1375306_10202234302768872_1534368056_n

  • Articoli
Chi sono
Racchiude in sé mille passioni legate a tutto ciò che l’uomo produce, inventa e ricrea; è quello che si può definire un “animale sociale”. Fotografo raffinato, con la sua inseparabile macchina fotografica, congela gli istanti per estrapolarli dalla realtà e condurli in una dimensione altra, sublime. Il suo motto è “Un giorno senza un sorriso è un giorno perso (C.Chaplin)”
×
Racchiude in sé mille passioni legate a tutto ciò che l’uomo produce, inventa e ricrea; è quello che si può definire un “animale sociale”. Fotografo raffinato, con la sua inseparabile macchina fotografica, congela gli istanti per estrapolarli dalla realtà e condurli in una dimensione altra, sublime. Il suo motto è “Un giorno senza un sorriso è un giorno perso (C.Chaplin)”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.