10 anni di ARTEr.i.e. e non sentirli!

Arrivata alla sua decima edizione, la manifestazione artistica non smette di sorprendere e di regalare sorrisi
Cantalupo in Sabina (Ri) 4, 5, 6 e 7 settembre 2014

ARTEr.i.e.ARTEr.i.e. la Rassegna di Ipotesi Espressive che da ormai dieci anni invade le strade del piccolo paese di Cantalupo in Sabina (RI), con il patrocinio della Regione Lazio e della Provincia di Rieti, nasce quasi come una favola. C’erano una volta, tre ragazzi – una Designer, una Pianista e un Attore/musico che si ribellarono alla chiusura della sede del giornale del paese e dimostrarono che “la Cultura può fare più share”. Così in un solo mese, riuscirono a fondare un nuovo Paese nel Paese (Calvino l’avrebbe chiamata città invisibile).

Come da dieci anni a questa parte, anche per questa edizione di ARTEr.i.e., che si terrà dal 4 al 7 settembre, il centro storico di Cantalupo si riempirà di persone. Dalle 21.00 alle 23.00, ogni via viene dedicata ad un’arte e ad ogni angolo del paese si esibisce un artista a cui si chiede di possedere un unico requisito: voler dare un’interpretazione all’arte. Durante le quattro sere dell’evento, è chiaro come l’arte pura e semplice ha il potere di trasformare delle viette così minuscole in un tappeto umano di gente che guarda, ascolta e osserva incuriosita e attratta tutto ciò che gli accade intorno.

Con oltre 20.000 presenze di pubblico e 800 artisti in quattro giorni , ARTEr.i.e. si è configurata negli anni come la più importante manifestazione culturale della Provincia di Rieti, organizzata in maniera assolutamente vitale e totalmente gratuita da tanti ragazzi (artisti e non) di diverse Associazioni della Sabina e di tutta Italia.

Novità di quest’anno, è che ARTEr.i.e. partecipa al Progetto EcoFeste della Provincia di Rieti. Le EcoFeste sono manifestazioni in cui si svolge la Raccolta Differenziata e si promuove e diffonde la riduzione, il riuso ed il riciclaggio dei rifiuti.

Come per le precedenti edizioni, ogni sera al termine dei percorsi, il pubblico può scegliere a quale evento finale assistere.

Quest’anno ci sono tanti ospiti dalle passate edizioni, proprio per festeggiare l’importante traguardo dei dieci anni insieme a tutti coloro che hanno reso possibile questa utopia.

Fitto quindi il calendario di eventi e spettacoli: giovedì 4 settembre, ad inaugurare la serata, ci sarà al Velario il performer Daniele De Michele alias Dj Donpasta, diventato famoso per le sue esibizioni musicali in cui unisce i dischi ai dialoghi sulla cucina e celebrato dal «New York Times» come l’«attivista del cibo», porterà ad ARTEr.i.e. lo spettacolo multimediale “Food sound system”. In piazza Garibaldi suonerà Tom Shepperd’s Production, giovane band nata nel 2013, la cui musica si richiama ad un progressive rock con forti influenze funky e blues.

La serata di venerdì 5 settembre vede quattro appuntamenti imperdibili: sul palco di Piazza Garibaldi la particolare performance dal titolo “Express Yourself”, una denuncia all’omofobia ed al femminicidio a cura di Luca Teodori e di Triangolo Rosa eventi. Al Velario, invece, sarà proiettato il film “Sogni di gloria” un film in due episodi di John Snellinberg, con colonna sonora dei CALIBRO 35, vincitore della XII edizione del Rome Independent Film Festival 2014 come miglior film e del Worldfest Houston 47thAnnual International Independent Film Festival 2014 come miglior film e miglior montaggio; nella piazzetta Cassio Sgrignani, torna l’attore Giovanni Avolio che reciterà il corto teatrale “Salta l’asino” tratto da “Le venture degli Idioti”. Infine, a mezzanotte, nei vicoli del percorso teatro, andrà in scena “ARTEr.i.e. della notte”, contaminazioni e sperimentazioni tra differenti arti in un dialogo confronto unico nella storia della manifestazione.

Sabato 6 settembre, accoglie per la prima volta una Rassegna di musica corale a partire dalle ore 17,30 in Piazza Camuccini, per poi vedere, per il secondo anno consecutivo, la grande compositrice e pianista Rita Marcotulli esibirsi live in Piazza Garibaldi con il progetto “Rhythmània” accompagnata dai musicisti Andy Sheppard (sax); Ares Tavolazzi (basso); Luciano Biondini (fisarmonica); Israel Varela (batteria). Il concerto sarà preceduto dal reading dell’opera poetica di Beatrice Niccolai letta da Maria Filograsso. Al Velario andrà in scena la Compagnia Marabutti con “Cyrano” spettacolo liberamente tratto dal Cyrano De Bergerac. In Piazza Cassio Sgrignani, “Che ne dici di venirmi a salvare?”, un corto teatrale della Compagnia Teatro Scientifico.

Finale con il botto, per domenica 7 settembre con il concerto reggae della Wogiagia crew a Piazza Garibaldi, mentre al velario l’attore e regista Emiliano Valente va in scena con un “on the road cacio e pepe”, definitivo così dallo stesso autore, dal titolo “Mattone dopo Mattone”. In piazza Cassio Sgrignani, la Compagnia Odè presenta “Luci nella notte”, uno spettacolo visionario nato dall’incontro di danza, musica ed effetti luminosi, mentre in Piazza Camuccini Angela Novelli stupirà con le sue acrobazie di “Pole coreography”.

Info e contatti: www.arterie.orginfo@arterie.org

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.