Amaro Amore, il film di esordio di Francesco Pepe

2100

Già proposto al Taormina Film Fest 2012, Amaro Amore, primo lungometraggio di Francesco Henderson Pepe, è stato presentato alla stampa lunedì 13 maggio presso la Casa del Cinema di Roma.

Al termine della proiezione si è svolta come di consueto la conferenza stampa a cui erano presenti il regista, Piero Nicosia e le giovani protagoniste della pellicola Aylin Prandi e Lavinia Longhi.

Francesco ha raccontato come il film sia frutto di un lungo travaglio se pensiamo che l’idea nasce circa sette anni fa, quanto sia stato arduo e tortuoso il suo sviluppo non scordando di ringraziare a tal proposito Sauro ed Anna Falchi, produttori esecutivi del film insieme a Ferdinando Pepe.

La scelta dell’ambientazione del racconto è stata facile per il regista che sin da piccolo va a Salina. Con l’isola nel tempo ha instaurato un rapporto profondo e in tempi non sospetti si era riproposto che qualora fosse riuscito a girare un lungometraggio, sarebbe stato a Salina.

Un film sull’amore il suo, che come da titolo diviene amaro nel ricordo di Camille, la meravigliosa Aylin Prandi, perché porta con sé anche dolori e complicazioni che non siamo in grado di risolvere.

La giovane francese insieme al fratello Andrè, interpretato da Malik Zidì, sbarca sull’isola dove per alcuni anni visse la madre.

L’arrivo dei due lascerà una traccia profonda soprattutto in Santino, un giovane isolano interpretato da Francesco Casisa che ricordiamo esordiente in “Respiro” di Emanuele Crialese e ora alle prese con diversi guai giudiziari.

Dopo un iniziale colpo di fulmine tra Camille e Santino, la frequentazione sempre più assidua tra i tre ragazzi farà venire alla luce l’omosessulità latente e inconfessabile, soprattutto in  un certo contesto, di Santino che non si sottrarrà a lungo alle avance di Andrè.

Questo “triangolo” corre parallelo alla storia di Linda, una giovane pittrice che immediatamente (forse anche troppo)stringe amicizia con Camille.

Lavinia Longhi ci ha raccontato d’esser subito rimasta affascinata dal suo personaggio per due motivi.

In quanto anch’egli amante della pittura avendo intrapreso studi artistici ed essendo buona conoscitrice dell’isola grazie a diverse vacanze li trascorse.

Un ruolo arduo da mettere in scena il suo poichè la ragazza vivrà una tormentata relazione con un uomo decisamente più grande di lei.

E’ Linda l’unica che sin dal principio sembra avere davvero chiaro cosa voglia dalla vita e risolutamente si getta a capofitto per poterlo realizzare.

Un amore il suo e quello dei due ragazzi che scandalizza chi condanna tutto ciò che è “diverso” non riuscendo né volendo accettarlo ed una vicenda che scoperchierà i segreti che un po’ tutti si portano dietro.

C’è un forte desiderio di esprimere il trionfo del sentimento su tutto e malgrado tutto ma le trame che si intrecciano sono però un po’ troppe e ne fanno un racconto non sempre credibile sebbene supportato da alcune prove d’autore davvero apprezzabili.

Su tutte quella di una superba Angela Molina che nei panni di Assunta, madre di Santino impreziosisce la pellicola con i suoi gesti misurati e la sua voce finalmente non doppiata.

Una scelta precisa, funzionale alla trama e che è parsa azzeccata.

Convincono pure Aylin Prandi e Yorgo Voyagis nel doppio ruolo di amante di Linda e confidente di Santino.

A stentare ci è sembrato essere la sceneggiatura che non tiene il passo con le tante idee del giovane regista.

C’è del buono però nel suo modo di girare non volendo scegliere scorciatoie come l’uso turistico e spettacolare dell’isola avrebbe suggerito a molti.

Allo stesso modo sorprende in  positivo la scelta controcorrente di girare in 35mm e non in digitale.

Considerando che si tratta pur sempre di un’opera prima ha diverse attenuanti e pensiamo, citando De Gregori, che “il ragazzo si farà”.

Se vi abbiamo incuriositi dal 23 maggio nei cinema l’occasione di farvi la vostra idea.

 

Amaro amore - Foto di Alessandro Giglio

Amaro amore – Foto di Alessandro Giglio

Amaro amore - Foto di Alessandro Giglio
Amaro amore - Foto di Alessandro Giglio
Amaro amore - Foto di Alessandro Giglio
Amaro amore - Foto di Alessandro Giglio
Amaro amore - Foto di Alessandro Giglio
Amaro amore - Foto di Alessandro Giglio
Amaro amore - Foto di Alessandro Giglio
Amaro amore - Foto di Alessandro Giglio
Amaro amore - Foto di Alessandro Giglio
Amaro amore - Foto di Alessandro Giglio
Amaro amore - Foto di Alessandro Giglio
Amaro amore - Foto di Alessandro Giglio
Amaro amore - Foto di Alessandro Giglio
Amaro amore - Foto di Alessandro Giglio
Amaro amore - Foto di Alessandro Giglio
Amaro amore - Foto di Alessandro Giglio
Amaro amore - Foto di Alessandro Giglio
Amaro amore - Foto di Alessandro Giglio
Amaro amore - Foto di Alessandro Giglio
Amaro amore - Foto di Alessandro Giglio
Amaro amore - Foto di Alessandro Giglio
Amaro amore - Foto di Alessandro Giglio
SCHEDA TECNICA
Regia: Francesco Henderson Pepe
Sceneggiatura: Francesco H. Pepe, Debora Alessi, Ilaria Iovine
Fotografia: Fabio Zamarion
Montaggio: Luigi Mearelli
Scenografia: Gianni Brugnoli
Costumi: Flora Brancatella
Colonna sonora: Andrea Farri
Produzione: Third Corporation Dreams, Rai Cinema, A Movie Productions
Distribuzione: Cinecittà Luce, Third Corporation Dreams
Durata: 99′
Data di uscita: 23-05-2013
Interpreti: Ángela Molina, Yorgo Voyagis, Malik Zidi, Lavinia Longhi, Francesco Casisa, Aylin Prandi, Piero Nicosia

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.