Un concetto nuovo di biblioteca, inteso come spazio interculturale, con progetti capaci di stimolare la creatività dei ragazzi. Il saggio di Catia Fierli Biblioteca 5.0 Uno spazio vivo (Graphofeel Edizioni) si propone di spiegare a educatori, insegnanti ma anche ai non professionisti del settore come dare una svolta ed utilizzare appieno la biblioteca per renderla un posto di formazione e crescita per le nuove generazioni.

Biblioteca 5.0
Catia Fierli- firma copie di Biblioteca 5.0

Catia Fierli nasce a Roma dove vive e lavora.
Insegna per vocazione nella scuola primaria dal 1986.
Professionalmente è stata sempre impegnata attivamente nei principali ruoli scolastici e dispone di una vastissima esperienza teorica e sul campo maturate come responsabile della biblioteca d’ Istituto.
Innumerevoli sono state le occasioni da lei create per la promozione di spazi culturali e sociali dedicati alla lettura, alla poesia, favoriti dall’adesione di tanti autori che hanno incontrato con attenzione e generosità le famiglie e gli insegnanti.

Partiamo dal titolo: Biblioteca 5.0 Uno spazio vivo. Cosa significa?

Il titolo è un invito all’apertura delle porte delle biblioteche per attuare un cambiamento con uno sguardo rivolto al futuro. Uno spazio vivo in cui il lettore, in particolare l’insegnante o l’educatore, non si sottragga alla sfida che la biblioteca del futuro gli pone.

In che modo la biblioteca può essere un trait d’union tra le diverse culture?

Sfogliando il libro si può comprendere come in una biblioteca scolastica vi si possano trovare esperienze e progetti condivisi con studenti provenienti da molti Paesi di tutto il mondo e del loro vissuto familiare. La biblioteca in diverse occasioni speciali o nelle attività scolastiche, può diventare il luogo di mediazione per eccellenza: dalla lettura facilitata con l’ausilio dei libri in doppia lingua dei luoghi d’origine dei migranti, agli scambi culturali e relazionali legati a usanze e tradizioni che uniscono e arricchiscono grandi e piccini, genitori ed alunni. Un’altra finalità è invece fornire, attraverso la lettura, opportunità di scambi e di reciproco arricchimento tra le culture; ed è questo l’obiettivo specifico dell’educazione interculturale.

Apprendimento, piacere per la lettura. Ma c’è anche spazio per la creatività in biblioteca?
Biblioteca 5.0
 Biblioteca 5.0- copertina

Da sempre creatività e creare piacere per la lettura hanno caratterizzato il mio agire come educatore, e da insegnante sin dal primo momento di accoglienza in classe o in biblioteca con alunni di tutte le età, anche molto piccoli.

In questo libro si percepisce quanto possa essere possibile e gratificante trasmettere il “Senso del libro” inteso attore fondamentale per sollecitare e permettere un vero apprendimento che permei tutto il processo educativo e per tutto l’arco della vita.

Un vantaggio per il lettore è aver riportato la mia esperienza diretta con esempi di attività e buone pratiche ripetibili, per far vivere più concretamente questo spazio creativo, anche se in uno spazio formale come una Scuola. La mia descrizione scrupolosa, ha l’intento di comunicare agli insegnanti ed educatori quanto possa essere possibile migliorare i processi di apprendimento e di inclusione, anche al di fuori della classe con insegnamenti non formali aperti anche a genitori e cittadini.

Cosa c’è ancora da esplorare nelle potenzialità della biblioteca per il futuro?

La prospettiva auspicata è garantire sempre di più il diritto all’istruzione, attraverso la lettura come chiave di accesso alla cultura. La mia idea è che la biblioteca debba interagire con tutte le agenzie educative, nell’ottica di formare dei nuovi cittadini in grado di affrontare le criticità create tra culture, religioni e tecnologia per creare uno Spazio Vivo. Uno Spazio integratore di incontri con la lettura e con l’altro: creare una rete di intenti fra gli operatori scolastici, i genitori e le agenzie del territorio per aiutare scuola e famiglia a divenire comunità narranti per scoprire la dimensione plurale e sociale dei saperi.

 

 

 

fonte foto
Catia Fierli

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.