Diavoli in cucina

Ci troviamo nella cucina del noto ristorante “Rigatoni“. Ad accoglierci quattro cuochi che nulla hanno da invidiare ai colleghi star della recente storia televisiva. Quattro amici che condividono, prima dell’arrivo dei clienti, la loro vita quotidiana : Alessandro (Tirocchi) “mammone” all’ennesima potenza che prima di muovere un passo deve consultarsi con la madre, Jacopo Pelliccia (l’unico ad essere citato per intero perché “il suo cognome ha un suono bellissimo”) fidanzato con l’intollerabile (da parte degli altri) Silvia, Marco (Simeoli), studente universitario fuori corso da decenni che ha trovato nella cucina una sorta di rivincita sociale nei confronti di una moglie ricca e soffocante ed infime Maurizio (Paniconi), manager del ristorante aperto grazie ad un finanziamento da parte dell’ex nonché proprietaria delle mura.

Tra alti e bassi, tra uno scherzo, un balletto ed una canzone, tutto fila liscio in questo spettacolo di Gianni Quinto e Massimo Natale (che firma anche la regia) fino al momento in cui Maurizio si presenta con il conto della crisi: bisogna abbassare i costi fissi e “la padrona” vuole che uno di loro venga licenziato e che sia proprio Maurizio a decidere chi.

Un susseguirsi di gag per la guerra che si scatena al fine di porre gli altri in cattiva luce agli occhi di Maurizio,  fino a che ..

Al Teatro dei Satiri fino al 16 novembre

 

Diavoli in cucina

Diavoli in cucina al Teatro dei Satiri, Roma

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.