Don Giovanni project: tra cinema, danza e fotografia, viaggio con il dissoluto punito alla scoperta della seduzione.

Per la prossima apertura della stagione lirica, il Teatro Verdi di Trieste ha curato una breve rassegna di eventi collaterali, dal titolo #dongiovanniproject, per coinvolgere tutta la città in un percorso tra generi diversi – musica, ballo, cinema -, riempiendo l’attesa che porta alla prima e rappresentazione.Don Giovanni ProjectSi comincia il 22 ottobre con la tradizionale prolusione concepita però in forma di lezione-spettacolo. Saranno i protagonisti del nuovo allestimento firmato dal Teatro Verdi a raccontare in anteprima i segreti e le sfide di un’interpretazione che da sempre affascina direttori e registi. L’incontro sarà moderato dallo stesso Sovrintendente Pace. Il Maestro Gianluigi Gelmetti sarà affiancato sul palco dal regista Allex Aguilera, al suo esordio in Italia. Parteciperanno inoltre, per completare gli spunti più spettacolari di questa narrazione, Franco Però, Direttore del Politeama Rossetti e l’attrice Lara Komar della Compagnia Stabile del Politeama.

Il 23 ottobre il Teatro ospiterà una serata dedicata alla “seduzione” con una raffinata milonga, organizzata in collaborazione con l’Associazione Culturale Circolo del Tango Argentino di Trieste. Il ballo della seduzione, Gran Milonga aspettando il Don Giovanni sarà aperta a tutti i tangueri triestini e non, dalle 21.00 alle 2.00. La serata proporrà inoltre una ronda di sette coppie di maestri, in rappresentanza delle tante scuole triestine riunite in questa serata davvero unica. Un evento straordinario, per celebrare il mito della seduzione con il ballo seduttivo più celebre del mondo.

Alle ore 23.30 ronda dei maestri, parteciperanno Ubaldo Sincovich con Silvia Galetti; Franco Giombetti con Arianna Starace; Guillermo Berzins con Chiara Angelica; Fabrizio Dodici con Irene Laurenti; Mauro Damiani con Ester Orlando; Andrea Joschi con Alexandra Lioubova; Pablo Furioso con Federica Moretto. Dress code obbligatorio elegante, rosso&nero.

Il 24 ottobre vedrà invece l’inizio di un’inedita sinergia tra il Teatro e il Contemporaneo triestino: la Casa dell’ArteTrieste presenta fotonotte #3 eros e seduzione, un itinerario di fotografia, aperto dalle 20.00 alle 24.00, che si snoda lungo nove spazi espositivi in città.
La mostra avrà una suggestiva anteprima alle 18.30 presso gli spazi del Foyer del Teatro Verdi: per festeggiare questo incontro straordinario tra la casa della lirica e la Casa dell’Arte Trieste, il videomapping a cura di Cecilia Donaggio offrirà una preziosa selezione delle immagini proposte nella mostra, con una proiezione sugli elementi architettonici del Foyer del Teatro.

Infine, il 28 ottobre, alle 18.00 presso il Cinema Ariston, sarà Cappella Underground, in collaborazione con Casa del Cinema, a proporre JUAN, il film scritto e diretto dal regista danese Kasper Holten e liberamente ispirato al Don Giovanni di Mozart. JUAN, girato nel 2009, non è stato mai distribuito in Italia: il film, dall’ambientazione contemporanea e urbana, è una proiezione esclusiva per la nostra regione. Holten è una figura ecclettica e innovativa di respiro europeo: regista d’opera, scrittore, manager teatrale, oggi è Direttore della Royal Opera House di Londra, Covent Garden.

Per tutte le iniziative, il Teatro ha previsto una promozione per una riduzione sul costo dell’acquisto di un biglietto per il Don Giovanni.

Sui social del Teatro è inoltre possibile seguire le gesta di Don Giovanni, che s’aggira da qualche giorno per la città di Trieste dopo essere sbarcato da una barca d’epoca in occasione della Barcolana. I suoi selfie saranno visibili su Twitter, Instagram e la pagina Facebook fino all’attesissima prima del 30 ottobre.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.