Il Balletto della Scala torna a Parigi

 tredici anni dopo la precedente trasferta

 Dal 31 gennaio all’8 febbraio Giselle al Palais des Congrès

Terminate le rappresentazioni dello Schiaccianoci di Nacho Duato, che ha aperto la Stagione di Balletti alla Scala con il tutto esaurito su tutte le recite, il Corpo di Ballo è impegnato in una nuova tournée, che lo riporterà a Parigi, tredici anni dopo la precedente trasferta, avvenuta nel 2002.

Otto le recite, dal 31 gennaio all’8 febbraio, al Palais des Congrès, con Giselle, ormai protagonista dei più recenti tour del Ballo, e che ha affascinato il pubblico dell’Oman nel 2011, del Brasile nel 2012 e quello di Hong Kong nel  2014.

Nei ruoli principali, le recite del 3, 4 e 6 febbraio vedranno la presenza dell’étoile Svetlana Zakharovaaccanto all’ospite Friedemann Vogel. Ma fin dalla recita di apertura, in locandina saranno gli artisti scaligeri, i primi ballerini, i solisti e i giovani interpreti della compagnia: Giselle sarà interpretata daVittoria Valerio, Virna Toppi e Lusymay Di Stefano, nel ruolo di Albrecht danzeranno Claudio Coviello e Antonino Sutera.

Accanto a loro Nicoletta Manni (Myrtha), Mick Zeni, Alessandro Grillo e Marco Agostino (Hilarion)mentre il passo a due dei contadini verrà affidato a Virna Toppi con Antonino Sutera, Vittoria Valerio con Angelo Greco, Alessandra Vassallo con Walter Madau.

L’esecuzione della partitura di Adolphe Adam è affidata alla Savaria Symphony Orchestra. Sul podioPatrick Fournillier, che dirigerà il balletto anche alla Scala, nelle recite previste nel corso della nuova stagione nell’aprile 2015.

C’è un legame speciale fra la Scala e Parigi: proprio a Parigi nel 1878 è stata realizzata la prima tournée in assoluto nella storia del nostro Teatro (con alcuni concerti al Trocadéro) e all’Opéra di Parigi, nel 1909, è stata realizzata la prima tournée d’opera (e quindi scenica) della Scala con una rappresentazione de La Vestale. Tra le tournée realizzate in Francia, il Balletto della Scala si è esibito a Parigi solo nel 2002, mentre  è del 2009 la più recente tournée scaligera, con Orchestra e Coro nella Messa da Requiem di Giuseppe Verdi diretta da Daniel Barenboim, presso la Salle Pleyel.

Il Corpo di Ballo del Teatro alla Scala porta di nuovo in tour l’indimenticabile coreografia di Coralli-Perrot con l’allestimento di Aleksandr Benois in repertorio, nella ripresa di Yvette Chauviré, che proprio con la cura e la raffinatezza di ruoli come Giselle ha esaltato la tradizione classica in tutta la sua purezza e consegnato la sua fama al mondo. La sua versione, per la prima volta alla Scala nel 1950, la vide proprio nel ruolo della sfortunata giovane di campagna che sognava l’amore e amava danzare.

La tournée vede il sostegno di UniCredit, Partner delle tournée all’estero del Teatro alla Scala.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.