È partito il 7 marzo, con la serata inaugurale presso la sede di Officine Fotografiche, il progetto Obbiettivo Donna 2013.
Officine Fotografiche ha la paternità di questo contest che prevede la partecipazione di giovani ragazze che si muovono nell’immenso mondo della fotografia.
In un universo costellato di immagini esterne interiorizzate per essere poi restituite alla realtà attraverso il mezzo meccanico che diventa poesia e dolore; emozione e racconto.
Durante il vernissage, oltre alle autrici delle foto : Annalisa Natali Murri, Sara Palmieri e Luciana Passaro, anche Lina Pallotta fotografa del panorama internazionale che si è occupata personalmente della selezione delle immagini più rappresentative e che potessero meglio raccontare il senso di questo contest.

Le immagini attraverso lo sguardo di una donna, un racconto elegante e vicino al soggetto; intimo e mai invasivo. Tre autrici , Tre storie da raccontare , una grande sensibilità : quella femminile.

Gli incontri proseguono con una serata  organizzata da Female Cut : Female in march , tra  musica e visual grafica  presso  Lanificio 159 in data 9 marzo dalle 19.00.

Per poi continuare con un incontro/seminario : La dolce vita, come la fotografia ha raccontato le dive del cinema italiano degli anni ’50 e ’60, tenuto da Annalisa Curcio il 15 marzo  ore 18.00, presso la sede di Officine Fotografiche , e , sempre nella sede di Officine Fotografiche , è prevista per il 21 marzo alle 19.00 la serata Girls Mix, contaminazioni e iniziative editoriali a cura di Lina Pallotta.

La serata conclusiva del 29 marzo , anch’essa presso la sede di Officine Fotografiche, sarà il finissage della mostra e un incontro con Simona Guerra, autrice del libro Bianco e Oscuro.

Ricordiamo che la mostra fotografica rimarrà visibile fino al 29 marzo.

 

  • Articoli
Chi sono
Racchiude in sé mille passioni legate a tutto ciò che l’uomo produce, inventa e ricrea; è quello che si può definire un “animale sociale”. Fotografo raffinato, con la sua inseparabile macchina fotografica, congela gli istanti per estrapolarli dalla realtà e condurli in una dimensione altra, sublime. Il suo motto è “Un giorno senza un sorriso è un giorno perso (C.Chaplin)”
×
Racchiude in sé mille passioni legate a tutto ciò che l’uomo produce, inventa e ricrea; è quello che si può definire un “animale sociale”. Fotografo raffinato, con la sua inseparabile macchina fotografica, congela gli istanti per estrapolarli dalla realtà e condurli in una dimensione altra, sublime. Il suo motto è “Un giorno senza un sorriso è un giorno perso (C.Chaplin)”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.