Un testo di successo, in Francia, soprattutto a Parigi. Due attrici grandiose che lo reciteranno come fosse stato scritto per loro. Questo è 2 donne in fuga, tratto da Le fuggitive di Pierre Palmade e Christophe Duthuron, per l’adattamento di Mario Scaletta e la regia di Nicasio Anzelmo.

Due donne si incontrano di notte su una strada statale mentre fanno l’autostop. Entrambe fuggono dalla loro vita: Margot da 30 anni di vita di casalinga, moglie e madre repressa; Claude dalla casa di riposo “Il Baobab” dove il figlio l’ha parcheggiata dopo la morte del marito. L’incontro suscita le battute più divertenti, per il luogo e l’ora equivoci.

Claude ha un temperamento forte e, nonostante l’età, non si lascia intimidire da Margot, più giovane ma anche più sprovveduta.

È l’inizio di un’avventura che vede le due donne viaggiare in autostop, interpretando una commedia dalle battute felici che non sono mai fini a loro stesse ma servono a costruire con ironia i caratteri diversissimi delle due donne.

Così mentre la progressione narrativa della commedia, sviluppata per brevi scene autonome, eleganti e funzionali, vede le due donne avventurarsi in situazioni diversissime (dalla strada provinciale al cimitero, dalla fattoria alla casa di estranei nella quale entrano come due ladre…), dalle quali scaturiscono battute e situazioni divertentissime, ogni scena aggiunge un tassello alla vita e alla psicologia delle due protagoniste, mostrando allo spettatore il nascere di una vera amicizia. Si ride di gusto per l’ironia e l’arguzia delle battute e si sorride nel riconoscere, nelle due protagoniste, alcuni aspetti della nostra vita, a volte pavida, altre volte più temeraria, in un perfetto equilibrio tra commedia e vita (vera), niente affatto retorico.

Uno spettacolo perfetto, da vedere e portare nel cuore per il resto della vita.

Due donne in fuga – Le foto di Luca Vantusso

 

  • Articoli
Chi sono
Luca Vantusso – Fotografo di scena Dopo aver iniziato con la fotografia subacquea ed essersi specializzato nel riprendere immagini in movimento, inizia a seguire il mondo della Danza e del Balletto. Lavora come inviato per il Varese News e entra in contatto con il Jazz di alto livello. Fotografo abituale al Blue Note di Milano e di altre importanti realtà come il Jazz Cat Club di Ascona in Svizzera, prosegue come Fotografo di scena, dove la sua passione per il Teatro lo vede protagonista nel mondo dei Musical e degli spettacoli Teatrali. Inviato di redazione di diverse realtà nel mondo della Musica, della Danza e del Teatro, con la LKV Communications si occupa anche di diversi Festival Jazz come JAZZASCONA in Svizzera e JAZZMI a Milano, oltre a seguire come fotografo di scena diversi Teatri Milanesi. Note caratteristiche dei suoi scatti sono la ricerca del dettaglio e la gestione della luce
×
Luca Vantusso – Fotografo di scena Dopo aver iniziato con la fotografia subacquea ed essersi specializzato nel riprendere immagini in movimento, inizia a seguire il mondo della Danza e del Balletto. Lavora come inviato per il Varese News e entra in contatto con il Jazz di alto livello. Fotografo abituale al Blue Note di Milano e di altre importanti realtà come il Jazz Cat Club di Ascona in Svizzera, prosegue come Fotografo di scena, dove la sua passione per il Teatro lo vede protagonista nel mondo dei Musical e degli spettacoli Teatrali. Inviato di redazione di diverse realtà nel mondo della Musica, della Danza e del Teatro, con la LKV Communications si occupa anche di diversi Festival Jazz come JAZZASCONA in Svizzera e JAZZMI a Milano, oltre a seguire come fotografo di scena diversi Teatri Milanesi. Note caratteristiche dei suoi scatti sono la ricerca del dettaglio e la gestione della luce

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.