DOMANI 28 Gennaio: Alle 11:00 si terrà l’ultimo appuntamento con gli autori a cui parteciperanno Mirjana Karanović (regista A Good Wife), Robert Kirchhoff (regista A Hole in the Head), Evgenij Mitta (regista Act & Punishment), Marija Alëchina (Act & Punishment), Peter Entell (regista Like Dew in the Sun), Bartosz M. Kowalski (regista Playground)

Alle ore 13:00, sempre al Caffè San Marco, verranno annunciati i vincitori del 28. Trieste Film Festival

La giornata inizia al Teatro Miela alle ore 11:00 con la proiezione speciale di Fa Bei Sogni di Marco Bellocchio che nel pomeriggio incontrerà pubblico e stampa in una masterclass al Magazzino delle Idee a partire dalle ore 17:30.

Il film è una storia di assenza, dove la ricerca della verità e allo stesso tempo la paura di scoprirla sono al centro del racconto.

Tratto dal romanzo omonimo di Massimo Gramellini, protagonisti Valerio Mastandrea e Bérénice Bejo.

A seguire verrà proposto il programma di film di animazione a partire dalle ore 14:00.

Alle 16:15 viene proiettato l’ultimo film dell’Omaggio a Vitalij Manskij con Private Chronicles. Monologue (Častnye Chroniki. Monolog): la vita della generazione nata quando Jurij Gagarin fu il primo uomo ad andare nello spazio. Manskij ha realizzato una biografia immaginaria, ricavata da più di 5.000 ore di filmini amatoriali e da 20.000 diapositive, anch’esse prese da archivi di famiglia.

Alle 18:00 la sezione Born in Trieste presenta Anishoara (Anisoara) di Ana-Felicia Scutelnicu, che tratteggia l’ultimo anno dell’adolescenza di Anishoara prima dell’inizio della sua vita da adulta. Per questo film la regista Ana-Felicia Scutelnicu ha vinto nel 2013 il “When East Meets West Development Award 2013” a Trieste.

In Sala Tripcovich art&sound presenta Doomed Beauty (Zkáza Krásou) di Helena Treštíková e Jakub Hejna, la storia di Lída Baarová, la famosa attrice cecoslovacca, che ebbe una relazione con il Ministro della Propaganda del Terzo Reich, Joseph Goebbels, e per questo fu trattata da nemica del suo paese e collaborazionista. Ultimo ritratto biografico di Helena Třeštíková a cui il Trieste Film Festival ha dedicato un omaggio nel 2010.

Alle 16:00 è in programma la proiezione special di Afterimage (Powidoki) di Andrzej Wajda, ultimo film del grande maestro polacco recentemente scomparso. Ad accompagnare il film in sala ci sarà la sua montatrice Grazyna Gradon. Nel 1945, quando Stalin occupa la Polonia, il famoso pittore Władysław Strzemiński rifiuta di scendere a compromessi con le dottrine del realismo socialista. Perseguitato, espulso dall’Università, inizia a lottare contro il Partito con l’aiuto di alcuni studenti.

La premiazione

A partire dalle 19:30 la CERIMONIA DI PREMIAZIONE del 28. Trieste Film Festival, la consegna del premio Eastern Star a Monica Bellucci e la proiezione del film di chiusura On The Milky Road (Na Mliječnom Putu)  di Emir Kusturica che sarà introdotto dalla stessa Bellucci in una conversazione con Claudio Masenza.

Segnaliamo inoltre durante la giornata al Magazzino delle Idee il laboratorio per ragazzi Una Passeggiata Sotto Al Mare alle ore 10:00 a cura di Annalisa Metus in collaborazione con Container_120; la passeggiata nella Trieste del cinema Esterno\Giorno alle 14:00 tra la città del commercio, il Porto Vecchio e La Migliore Offerta (prenotazioni esternogiornots@gmail.com o al numero 339 4535962); l’incontro alle 16:00 “Mario Magajna Fotoreporter” in collaborazione con lo Slovenski Klub, Cizerouno e Biblioteca nazionale e degli studi – Narodna in študijska knijznica di Trieste e all’interno del progetto #sirene di Varcare la Frontiera;  la notte all’Immaginario Scientifico per bambini 7-11 anni “la Notte Immaginaria è Blu, è Bellissima” insieme a Yuri Gagarin in collaborazione con Container_120.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.