In un momento come questo in cui molti supereroi hanno rispolverato costume e mantello, non poteva mancare un eroe tutto italiano.

Gabriele Salvatores ha presentato  a Roma nella libreria IBS in Via Nazionale il suo nuovo film ‘Il ragazzo invisibile’. Un’iniziativa interessante, volta a rilanciare il cinema per ragazzi che ci ha regalato pellicole indimenticabili come E.T. e i Goonies. L’industria dell’intrattenimento quest’anno oltre ai cinepanettoni ci regala dunque un lungometraggio innovativo. A quanto pare, tira aria di cambiamento. O almeno ce lo auguriamo. Ma oltre alla pellicola c’è anche un libro scritto dai tre sceneggiatori del film Alessandro Fabbri, Ludovica Rampoldi e Stefano Sardo. E non è finita: la storia del personaggio è stata trasformata in una graphic novel realizzata da disegnatori della portata di Camuncoli (Hellblazer), Dell’Edera e Vitti, noti anche per le loro collaborazioni con la Marvel.

Con il Fantasy, il cinema italiano si lancia all’avventura in un genere poco esplorato nel nostro paese. Il film racconta la storia di Michele, un adolescente che vive in una città del nord Italia. È un ragazzo comune, che non eccelle a scuola e tantomeno nello sport. Poi un giorno, Michele fa una scoperta straordinaria: si guarda allo specchio e si scopre invisibile.

‘Ho sempre pensato che l’adolescenza  fosse uno dei periodi più difficili nella vita di un essere umano”,  dice Salvatores. “Il tuo stesso corpo diventa un estraneo, ti guardi allo specchio e non ti riconosci, senti che dentro di te sta nascendo un potere (un super potere?) che non sai come usare… Anche perché ancora non hai ben capito chi sei e che posto hai nel mondo.’

Il regista italiano, nei suoi film, non lascia mai nulla al caso, neanche la musica. Dice di lavorare con grande entusiasmo con i giovani,  e forse anche per questo ha voluto fortemente il concorso Una canzone per Il ragazzo invisibileper dare la possibilità ai musicisti emergenti senza etichetta di comporre un brano per il film. Selezionare tre canzoni non è stata un’impresa semplice, vista la quantità (oltre 400 canzoni) e la qualità dei pezzi inviati.

Per l’occasione, Marialuna Cipolla, uno dei tre vincitori, ha cantato Wrong Skin, brano delicato ed orecchiabile che sembra aver colto lo spirito del film.

Il ragazzo invisibile, prodotto da Indigo Film con Rai Cinema, è nelle sale dal 18 dicembre 2014. Tra gli interpreti, Ludovico Girardello nel ruolo da protagonista,  Noa Zatta, Valeria Golino, Fabrizio Bentivoglio, Christo Jivkov e Ksenia Rappoport.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.