Sesto anno consecutivo per “Sogno di una notte di mezza estate” in scena dal 4 al 15 luglio presso il Globe Theatre, con la regia di Riccardo Cavallo. Una commedia che incanta e avvolge il pubblico in un’atmosfera surreale fatta di magie, illusioni e follia.

Un sogno che ha inizio sin da subito, coadiuvato dalla struttura stessa del teatro, in cui lo spettatore entra in maniera immediata  in una dimensione fuori dall’ordinario dove  tempo e spazio si annullano. La quasi totale assenza di scenografia rende ulteriormente merito al regista e agli attori, nell’essere riusciti a trasmettere attraverso le proprie doti, una commedia che racchiude mondi e linguaggi diversi passando da momenti di pura poesia al ritmo incalzante dei versi sciolti e al comico.

L’entrata stessa degli attori ad inizio spettacolo all’interno del teatro in un lento ed ordinato cammino con espressione di stupore e incredulità, accompagnato da sottofondo musicale, prepara e trascina il pubblico verso la dimensione onirica in maniera inaspettata.

 SognoI tre mondi rappresentati sono legati dalle inquietudini della mente umana mossa dalle passioni spesso cause  dei tormenti e dell’instabilità interiore; il reale, in cui sono coinvolti i personaggi di Teseo il Duca d’Atene ed Ippolita, regina delle Amazzoni, pronti per le imminenti nozze, interpretati rispettivamente da  Nicola D’Eramo e Francesca De Berardis.

 Il mondo dell’arte in cui emerge l’aspetto comico ed esilarante dello spettacolo, dove un gruppo di artigiani, gli attori della compagnia di Pietro Zeppa, ruolo interpretato con una verve straordinaria da Marco Simeoli in dialetto napoletano, preparano un interludio da rappresentare la sera delle nozze dal titolo “ La lamentevolissima commedia e crudele morte di Piramo e Tisbe interpreti da Nico chiappa tessitore  che si uccide  per amore e Cecco ciufolo nelle particolari vesti di Tisbe  e con la parte “da leone ”di  Tassello carpentiere.

 Ed infine il mondo della fantasia, abitato da creature magiche e folletti dispettosi in un fitto bosco in cui si intrecciano equivoci e malintesi; mentre Titania ed Oberon, rispettivamente regina e re delle fate, Claudia Balboni e Carlo Ragone,  protettori dei talami nuziali e  in lite fra loro, assistono ai vari tormenti amorosi dei protagonisti: Ermia (Valentina Marziali),  Lisandro ( Daniele Grassetti ) e di Elena (Federica Bern) e Demetrio (Sebastiano Colla).

 L’alternanza di atmosfere tra il sonno e la veglia e tra il reale e l’immaginario culminano con la fine dello spettacolo quando a riflettori spenti  il pubblico torna in una sfera reale con la sensazione  gioiosa di aver vissuto un sogno.

Giudizio Complessivo : Sogno di una notte di mezza estate, uno spettacolo che non svanisce. Lasciatevi immergere nei sogni

Marco Simeoli

Intervista audio a Marco Simeoli

 

Alcune immagini dello spettacolo

(Foto a cura di Fabrizio Caperchi)