Cinque titoli per affrontare caldo, afa, schiamazzi notturni e zanzare.

Se state sopportando gli schizzi di sabbia di bambini urlanti in spiaggia, il vociare dei vostri vicini di ombrellone e dentro di voi vorreste essere soli, in mare aperto provate a seguire idealmente il Capitano Joshua Slocum e fare con lui Il giro del mondo di un navigatore solitario, l’incredibile e appassionante vicenda di un navigante che fin dall’età di 14 anni fece del mare la sua vera casa.

A cura di Sebastiano Pezzani e Livio Crescenzi, pubblicato da Mattioli 1885, nella collana ORIGINALS dedicata a testi classici con la copertina della prima edizione, è il racconto di una crociera a bordo della barca a vela Spray  iniziata nel 1895 e terminata tre anni dopo. Con i disegni originali di Slocum questo diario di bordo vi emozionerà portandovi in isole lontane e oceani sconfinati, attraverso un viaggio incredibile come solo pochi uomini hanno saputo fare.

Nel caso stiate pensando se esista un modo per trasformare il caldo torrido in un fresco venticello primaverile provate ad immergervi nella lettura del saggio Breve storia dell’alchimia di Stefano Valente (Graphofeel).

Un testo agile alla portata di tutti che introduce un argomento ostico all’apparenza ma che in realtà mosse buona parte della cultura e della società nei secoli scorsi, attraverso concetti filosofici e spirituali.

Intellettuali, artisti, regnanti e scienziati rinunciarono  a vite “normali” accomunati dallo stesso spirito di ricerca. Un libro scritto con grande serietà e competenza che prende in analisi personaggi e luoghi alla scoperta di un mondo diverso, fatto di simboli, analogie e scoperte strabilianti.

Sperando che l’assurda e incivile abitudine di abbandonare gli animali durante l’estate scompaia velocemente in modo definitivo, provate a leggere Lady Peg. Vita di una cagnolina prodigio di Andrea Biscàro (GRAPHE.IT). Se fosse stata lei ad essere abbandonata con ogni probabilità i suoi padroni sarebbero stati rintracciati e multati. Non ci credete?

La storia di questa barboncina vissuta negli anni ’50 a Chiari in provincia di Brescia ha davvero dell’incredibile. Era capace di contare, rispondere a domande ed esprimere concetti propri addirittura sull’esistenza di Dio.

Grazie a un sistema di foglietti con lettere e numeri Peg era in grado di comunicare con chi le poneva le domande. Ampiamente studiata in quel periodo fu raccontata anche sui maggiori giornali nazionali e visitata da personaggi celebri dell’epoca.

Se il troppo caldo vi fa perdere la cognizione di voi stessi e ne siete preoccupati calmatevi leggendo Memorie di un giovane disturbato di Frédéric Beigbeder (Vague Edizioni). L’autore è presentatore televisivo, regista francese e direttore della rivista Lui.

Seguirete le vicende tragicomiche di Marc Marronier in questo romanzo d’esordio di Beigbeder, pubblicato nel 1990 e tradotto per la prima volta in italiano da Gabriella Montanari per questa edizione 2019.

Un romanzo delizioso in cui lo spirito di contraddizione non salva il protagonista dalle conseguenze dei suoi rapidi cambiamenti d’umore e di rotta e nemmeno dall’amore.

Se invece da accaniti lettori avete esaurito il vostro desiderio di romanzi e saggistica perché non provare a placare la sete di libri e l’arsura estiva con un testo teatrale?

Accursio Soldano, giornalista e scrittore siciliano ha dato prova di essere anche un ottimo drammaturgo e i suoi testi sono stati più volte rappresentati e premiati.

Nella sua ultima pubblicazione Commedie e altri incidenti (Aulino Editore), raccoglie tre suoi lavori pensati per il teatro ma non meno godibili in riva al mare.

Non crediate di uscire indenni da questa lettura, l’autore ama analizzare la natura umana (con arguzia e disincanto) e distinguere quello che siamo da ciò che appariamo, ciò che crediamo di possedere da quello che perdiamo irrimediabilmente.

  • Articoli
Chi sono
Milanese trapiantata a Fidenza, si è diplomata alla Scuola di Cinema di Milano. Ha lavorato in teatro in qualità di regista e assistente alla regia e per tre anni ha tenuto corsi di teatro ai detenuti all’interno del carcere di Como. Ha pubblicato diversi racconti in antologie con ARPANet Edizioni e ha collaborato con alcune testate giornalistiche. Si occupa dell’ ufficio stampa del festival cinematografico Parma International Music Film Festival di Parma. Ha pubblicato tre libri: Piccole storie dei sette giorni, Fornelli metafisici e Ricettario Patafisico (Graphofeel) e le plaquette Elogio del ruttino (Babbomorto) e Le lacrime di Ra (Aulino)
×
Milanese trapiantata a Fidenza, si è diplomata alla Scuola di Cinema di Milano. Ha lavorato in teatro in qualità di regista e assistente alla regia e per tre anni ha tenuto corsi di teatro ai detenuti all’interno del carcere di Como. Ha pubblicato diversi racconti in antologie con ARPANet Edizioni e ha collaborato con alcune testate giornalistiche. Si occupa dell’ ufficio stampa del festival cinematografico Parma International Music Film Festival di Parma. Ha pubblicato tre libri: Piccole storie dei sette giorni, Fornelli metafisici e Ricettario Patafisico (Graphofeel) e le plaquette Elogio del ruttino (Babbomorto) e Le lacrime di Ra (Aulino)
Latest Posts

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.