di Alessandro Giglio

Chi è che aveva data per morta la stagione dei “Cinepanettoni”?

 L’appuntamento con chi rivendica a pieno titolo e con orgoglio l’etichetta di Cinepanettone è al cinema dall’11 dicembre prossimo con il nuovo lavoro targato Neri Parenti, sceneggiatore insieme ai fratelli Vanzina di “Ma tu di che segno 6?”. Il titolo ricorda “Di che segno sei” di Corbucci e iIl cast è quello classico del genere con una nutrita rappresentanza dei comici italiani più famosi unito a due bellezze da copertina, nella versione mora e bionda.

Al cinema Warner Moderno di Piazza della Repubblica a Roma ieri (4 dicembre) , c’era il cast al completo fatta eccezione per Angelo Pintus e Paolo Fox, l’uno impegnato a Pordenone a Teatro, l’altro nella registrazione di una trasmissione televisiva.

L’esile trama del film vede 5 episodi distinti che hanno come denominatore comune i segni zodiacali e tutte le scaramanzie e ossessioni che l’ ”osservanza” dell’oroscopo può comportare.

Gigi Proietti  è un avvocato, l’unico in questa storia assolutamente convinto dell’inutilità degli oroscopi. Scoprirà suo malgrado che avrebbe dovuto dar retta alle indicazioni della sua assistente (Valeria Graci), una autorità in materia.

Massimo Boldi, l’ipocondriaco Cavalier Rabagliati, finirà invece vittima del proprio oroscopo equivocandolo.

Vincenzo Salemme, gelosissimo padre della figlia adolescente (Denise Tantucci), la controlla abusando della sua posizione di Maresciallo dei Carabinieri con l’aiuto del suo sottoposto (Angelo Pintus).

Ricky Memphis è Saturno Bolla, dipendente di una catena di elettrodomestici. E’ uno scorpione con l’ossessione delle donne Ariete che da sempre gli hanno rovinato la vita. Quando la bellissima attrice Nina Rocchi(Vanessa Hessler)lo tenta con  approcci più che espliciti, lui la fugge come il diavolo credendola del suo “segno tabù”.

C’è infine Mariana Rodriguez (reduce da Pechino Express ed alla prima esperienza cinematografica)che interpreta Monica, bellissima Venezuelana assolutamente dipendente dall’oroscopo di tale Orion. Quando si imbatte nel suo nuovo vicino di casa Andrea, questi fiutando la possibilità di manipolare l’oroscopo a suo vantaggio ( Orion è suo amico da una vita), fa di tutto per portarsela a letto. Il gatto e la volpe in questione sono il duo Pio & Amedeo , protagonisti del road movie “Amici come noi” uscito nel marzo scorso.

Eravamo alla conferenza stampa seguita all’anteprima stampa ed eccone alcuni scampoli.

Neri Parenti dopo 19 anni di collaborazione con De Laurentis, è stato “licenziato” come ha tenuto a sottolineare, ma con Keyfilms è tornato all’opera : “Con Carlo ed Enrico ci siamo ritrovati a pensare di fare una cosa insieme e smanettando sul computer abbiamo visto che su Google le tre parole più cliccate sono il meteo, il Papa e l’oroscopo. Ci si è accesa la lampadina e abbiamo pensato che fare un film popolare sugli oroscopi fosse la scelta giusta. Abbiamo scritto la sceneggiatura senza sapere chi sarebbero stati gli attori che avrebbero preso parte al progetto e siamo riusciti a tirare su miracolosamente un cast come questo. Io ne ho fatti tanti di film ma cast come questo non ne ho mai avuti!

Negli ultimi film fatti con De Laurentis, per volontà del produttore avevo virato su commedie come ne escono 40 ogni stagione seguendo una strada che secondo me non era quella giusta. Quest’anno ho avuto libertà d’azione tornando a film come “Natale sul Nilo”: più caciaroni e con più attori.”

Gigi Proietti: “ Il mio personaggio credo che incarni abbastanza fedelmente certi personaggi nella realtà. Poi abbiamo trovato questa formula di tormentone “ non vorrei essere volgare”. Molte persone spesso lo premettono, e poi sparano volgarità gratuite!

Massimo Boldi dopo nove anni torna in Casa Parenti: “E’ stata una grande gioia. In questi anni ho cercato di far divertire il pubblico, non a Natale però. Quando abbiamo iniziato girare, al primo ciack ho avuto come l’impressione che ci fossimo lasciati solo il giorno prima. La mia carriera è legata a Vanzina e Neri, ho fatto 25 anni di cinema natalizio con loro. Quello dell’improvvisazione è un po’ il nostro metodo e il regista mi aiuta a sviluppare meglio le cose. L’unico che in 25 anni non riuscivo mai a convincere era De Laurentis. Mi auguro che il film piaccia e su Facebook ho visto che ci sono già 2 milioni e mezzo di follower, mi auguro che vadano a vederlo almeno un terzo.

Carlo Vanzina: Questa definizione di Cinepanettone non esisteva prima di noi. Abbiamo proposto “Vacanze di Natale” che poi ha dato il via con De Laurentis a tutta questa serie di film. Il film comico manca e una certa parte dell’intellighenzia li ha liquidati troppo in fretta. Invece il pubblico si diverte ed ha bisogno di certi film soprattutto in periodi come quelli che stiamo vivendo. Questo è un film onesto, popolare e il risultato ottenuto ci soddisfa”.

Enrico Vanzina: “ E’ stata una impresa complicatissima riuscire a portare a compimento il nostro progetto perché in Italia ormai i film vengono chiusi in partenza con la televisione, con Sky, con le prevendite e se non ci sono questa prevendite che assicurano copertura, i produttori non si prestano. Noi siamo partiti con un film di costo elevato, ma non elevatissimo,  mettendoci i soldi insieme a Maria Grazia Cucinotta e non abbiamo né una televisione né Sky che ci segua. In futuro credo che bisognerà fare così. Fare il produttore senza rischiare non può continuare. Questo è un film che abbiamo fatto a rischio un po’ contro tutti”.

Vi lasciamo con un elenco degli incassi dei “Cinepanettoni” degli ultimi venti anni. Vediamo come andrà all’ultimo arrivato.

 Vacanze di Natale ’95 (1995) – 8.930.933 euro

Paparazzi (1998) – 9.060.027 euro

Tifosi (1999) – 4.800.496 euro

Body Guards – Guardie del corpo (2000) – 9.972.363 euro

Merry Christmas (2001) – 15.144.832 euro

Natale sul Nilo (2002) – 28.297.578 euro

Natale in India (2003) – 19.189.345 euro

Christmas in Love (2004) – 17.442.166 euro

Natale a Miami (2005) – 21.236.905 euro

Natale a New York (2006) – 23.569.676 euro

Natale in crociera (2007) – 23.461.775 euro

Natale a Rio (2008) – 24.678.792 euro

 

  • Articoli
Chi sono
Autore, Fotografo , La Nouvelle Vague Magazine
Prima o poi scriverò qualcosa di me …
×
Autore, Fotografo , La Nouvelle Vague Magazine
Prima o poi scriverò qualcosa di me …
Latest Posts
  • "A spasso con il mago - Merlino e io" di Marco Tullio Barboni
  • Franco Nero - The Broken Key Photocall In Rome © Alessandro Giglio
  • Alessio Boni in Uccisa in attesa di giudizio
  • Dakota Fanning © Alessandro Giglio / La Nouvelle Vague Magazine 2017

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.