50 fotografie, 50 ritratti di bambini, 50 modi di raccontare l’infanzia. Fifty Kids è un progetto nato dalla collaborazione di Elliott Erwitt e Francesca Lavazza. Una mostra che non solo rende omaggio all’infanzia, ma che desidera aiutare bambini in difficoltà. L’incontro tra Erwitt e Francesca Lavazza avviene qualche mese fa a New York, nello studio dell’artista, dove l’imprenditrice e il fotografo hanno selezionato con cura gli scatti protagonisti dell’evento ospitato da Palazzo Fandango Incontro.
FiftyKids ha lo scopo di raccogliere fondi per l’associazione A.D.I.S.C.O. una onlus presente su tutto il territorio nazionale che si occupa della donazione del sangue del cordone ombelicale, uno strumento importante per aiutare gli ambulatori di Oncoematologia pediatrica dell’ospedale Regina Margherita di Torino. La vendita dei cataloghi e delle stampe fotografiche, curate dall’artista, sosterranno il progetto di solidarietà.

Elliott Erwitt è un maestro della fotografia internazionale che ha realizzato, durante la sua attività, numerosi reportage giornalistici di grande rilievo culturale. Fifty Kids apre allo spettatore un mondo inesplorato, il fotografo mostra il suo grande amore per i bambini:  i suoi sei figli sono spesso protagonisti inconsapevoli degli scatti presenti nel percorso espositivo. Bambini che giocano, ridono, leggono, studiano, un universo ricco di sfumature dove le distanze tra oriente e occidente magicamente svaniscono negli sguardi innocenti dei piccoli soggetti immortalati da Erwitt.
Bambini. Nient’altro. Nessuna filosofia, nessun intellettualismo di sorta. La fotografia del maestro sottolinea l’inutilità di dare all’immagine un senso che non sia semplicemente riconducibile alla meraviglia e all’incredulità dinnanzi lo sguardo giocoso dell’artista che  non hai mai smesso di “indossare gli occhiali di un bambino”.

I momenti che Erwitt afferra racchiudono piccole storie di un’intima quotidianità: sua moglie ai fornelli mentre prepara da mangiare con i piccoli in attesa della cena, le sue bambine che urlano a squarcia gola sul divano di casa, la dolcezza della nascita, la scoperta di una nuova vita.
Il fotografo racconta la sua storia lasciando che questa possa assumere un senso universale, dove ognuno di noi può appropriarsi, ancora una volta, della propria infanzia.
Scrive Erwitt: “ Quando è ben fatta, la fotografia è interessante. Quando è fatta molto bene, diventa irrazionale e perfino magica. Non ha nulla a che vedere con la volontà o il desiderio cosciente del fotografo. Quando la fotografia accade, succede senza sforzo, come un dono che non va interrogato né analizzato.”
Non c’è niente da analizzare, basta lasciarsi guidare dalle immagini in un viaggio sorprendente tra scatti rubati che vogliono raccontare la semplicità di essere un bambino.

INFORMAZIONI TECNICHE

ELLIOTT ERWITT FIFTY KIDS

Palazzo Incontro via dei Prefetti, 22 Roma

Dal 15 dicembre 2012 al 17 marzo 2o13

Mostra a cura di Chiara Massimello

orari: dal martedì alla domenica 10 – 19. Chiuso il lunedì.

Lunedì 31 dicembre apertura straordinaria fino alle 16e30.

La mostra resterà chiusa il 1 gennaio.

biglietto: 8 euro intero; 6 euro ridotto

Info: www.fandangoincontro.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.