In tour per l’italia già da Novembre, arriva al Rossetti di Trieste, Evita. La produzione firmata Massimo Romeo Piparo con musiche originali, testi tradotti in italiano e Malika Ayane nei panni di Evita Peron.

 

Malika Ayane è Evita

Malika Ayane è Evita

Malika Ayane è Evita, protagonista del musical di Andrew Lloyd Webber e Tim Rice che arriva al Politeama Rossetti nella regia di Massimo Romeo Piparo da mercoledì 18 gennaio: uno dei più attesi eventi della stagione Musical del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia.

Per Malika Ayane Evita non è una prova da poco: Andrew Lloyd Webber vi crea una partitura delle più belle e raffinate della storia del musical: attraversa una vasta gamma di stili musicali, da quello classico agli accenti latini, dal rock alle ballads più emozionanti.

Filippo Strocchi in Cats

Filippo Strocchi in Cats

Il tutto per raccontare la parabola di questa donna nata in povertà, ma animata da un’immensa voglia di emergere e da una grande empatia verso il suo popolo.

Divenne l’anima dell’Argentina al fianco di Juan Peròn finché la morte non la fermò, appena trentenne: Webber è stato abilissimo a tradurre in musica lo straziante addio di Evita al suo popolo, nella celeberrima Don’t cry for me, Argentina.

Oltre al personaggio del titolo – come accade in molti musical – c’è un’altra figura fondamentale nello spettacolo: quella di chi vive la storia da un punto di vista un po’ distaccato e la commenta, creando un ponte fra palcoscenico e platea.

Fillo Strocchi è il Che

Malika Ayane è il nome di richiamo ma l’ovazione a fine spettacolo è tutta per Filippo Strocchi che interpreta il Che. Filippo non è un nome nuovo a Trieste essendo stato applaudito qui in diverse occasioni la più recente – e prestigiosa – nella versione originale di Cats del 2014, dove interpretava un simpatico Rum Tum Tugger.

 

 

×

Racchiude in sé mille passioni legate a tutto ciò che l’uomo produce, inventa e ricrea; è quello che si può definire un “animale sociale”.
Fotografo raffinato, con la sua inseparabile macchina fotografica, congela gli istanti per estrapolarli dalla realtà e condurli in una dimensione altra, sublime.

Il suo motto è “Un giorno senza un sorriso è un giorno perso (C.Chaplin)”

Evita con Malika Ayane al Teatro Rossetti, ma l’ovazione è per Filippo Strocchi ultima modifica: 2017-01-21T14:54:26+00:00 da Fabrizio Caperchi