Era tra gli eventi più attesi della capitale: Italian Style Burlesque.

Intervista a Scarlett Martini e Aldadoro Gala. In scena con Italian Style Burlesque. Lo show che il 21 gennaio ha visto sullo stesso palco, esibirsi per la prima volta insieme due performer internazionali: Albadoro Gala e Scarlett Martini.

Un evento unico, in scena al  Teatro Portaportese. Ad organizzarlo Lizzy Brown, produttrice del BurlAsque Upload, la rassegna di burlesque che ha portato l’arte del Burlesque a teatro con un appuntamento al mese.

Come avete preso la notizia di far parte del cast di BurlAsque Upload?

Scarlett: Conosco Lizzy da diversi anni e l’ho sempre incoraggiata nella sua idea di diventare produttrice stimandola per la sua professionalità e gusto stilistico. Mi aveva invitato già a partecipare l’anno scorso ma purtroppo per quella data avevo già un’altra data così quest’anno appena quest’anno ha fatto il calendario mi ha contattato e non ho potuto dirle di no.

Albadoro: Quando Lizzy Brown mi ha invitata a partecipare al Burlesque Upload ne sono stata entusiasta ed anche stupita. E’ raro per me esibirmi a Roma se non durante il Caput Mundi Burlesque Award, sono stata felice di riabbracciare il pubblico romano che nonostante la mia assenza sui palchi capitolini mi sostiene e mi segue

Come nasce la vostra passione per il Burlesque?

Scarlett: Ho visto per la prima volta uno spettacolo di Burlesque almeno undici anni fa a Londra e ricordo che la prima cosa che ho pensato è

Wow! Voglio farlo anch’io!

Intervista a Scarlett Martini e Aldadoro Gala. In scena con Italian Style Burlesque.
Scarlett Martini

Albadoro:  Ho sempre avuto durante la mia vita la sensazione che non stessi facendo quello per cui avevo talento e vocazione, ci ha pensato il destino a farmi incontrare il burlesque e immediatamente ho capito che ero nata per farlo, ho stravolto tutta la mia vita per farlo e da allora nonostante i giudizi e le difficoltà non me ne sono mai pentita

Vi siete esibite anche all’estero? C’è differenza, nella reazione del pubblico, tra l’Italia e gli altri Paesi?

Scarlett: Si, io in realtà credo di esibirmi più all’estero che in Italia… mi sono esibita al fianco delle più importanti performer mondiali su prestigiosi palchi in Giappone, Stati Uniti, Canada ed Europa;  ed in più di 120 città in più di 30 stati differenti nel mondo. Forse la differenza principale è la curiosità..personalmente ho riscontrato che in Italia in pubblico è più affezionato ad un genere più classico e glamour mentre all’estero il pubblico è sempre curioso di vedere cose nuove e a volte anche bizzarre.

Albadoro: Si il pubblico all’estero è decisamente più caloroso perché meno diffidente; è un pubblico abituato al burlesque lo vede molto spesso, ma piano piano anche in Italia le cose stanno migliorando

Albadoro Gala sei producer e direttore artistico del Caput Mundi International Burlesque Award. Ce ne parli?
Intervista a Scarlett Martini e Aldadoro Gala. In scena con Italian Style Burlesque.
Albadoro Gala

Il Caput è nato proprio con questa missione; allargare il pubblico del burlesque, avvicinare proprio quei diffidenti e farli divenire affezionati amatori del genere. 5 anni di ritorno dal New York Burlesque festival sognai un festival di Burlesque in Italia che potesse dare una visione più corrispondente alla realtà del burlesque e delle sue mille sfaccettature rispetto all’offerta già allora stantia e striminzita che si offriva al pubblico, insomma è stato un investimento che oggi a distanza di 5 anni credo abbia dato molto alla scena del burlesque in Italia e naturalmente a me stessa come esperienza umana e professionale.

Intervista a Scarlett Martini e Aldadoro Gala. In scena con Italian Style Burlesque.
Scarlett Martini
Scarlett Martini, sei presente nella Burlesque TOP 50 by XXI Century Burlesque ed sei considerata la migliore performer in Italia e la seconda in Europa. Raccontaci questa emozione.

Per me è un grande onore essere per 5 anni consecutivi nella top 50 delle performer più apprezzate al mondo in compagnia delle più importanti rappresentanti di quest’arte. Il riconoscimento del pubblico è qualcosa che emoziona e del resto, senza il pubblico, i nostri spettacoli non potrebbero esistere!

Ci raccontato  in breve le vostre performances al Teatro Portaportese

Scarlett: Lizzy Brown mi ha chiesto di portare in scena un act al quale sono particolarmente affezionata “Octopussy” una regina degli abissi che metaforicamente rappresenta le diverse anime che abitano all’interno di ogni donna..sarà posseduta tentacolare creatura che la avvinghierà ma che forse riuscirà a sconfiggere grazie ad un’altra parte di se stessa..non voglio anticiparvi troppo ma il costume di questo act è ..magico!

L’altro act che porterò invece si ispira agli anni 20, all’estetica esotica dei bar dell’assenzio dove si fumava oppio e si veniva trasportati dalla verde fata in voluttuosi mondi sensuali.

Albadoro: Su richiesta di molti fan uno show dedicato a Roma e alla visione Felliniana della città eterna, che ironia del caso non ho mai avuto la possibilità di mostrare a questa magica città,e poi su richiesta di Lizzy una fan dance.

  • Articoli
Chi sono
Prima o poi scriverò qualcosa di me …
×
Prima o poi scriverò qualcosa di me …
Latest Posts
  • Berlino Kaputt Mundi. L'intervista a Simone Consorti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.