La compagnia de “I Panni Sporchi” torna a calcare le scene del teatro Trastevere di Roma dal 2 al 13 novembre, con Giallo Sporco, un thriller che si rivela una condensa di risate.

Giallo sporco”, con regia di Barbara Lalli, non è uno spettacolo qualsiasi perché nasce e cresce in modo originale e particolare.

La storia ci catapulta all’interno della vicenda quasi immediatamente, e altrettanto velocemente, ci si rende conto di non trovarsi di fronte a una narrazione tradizionale e lineare.

Come in ogni giallo che si rispetti, tutto parte da un delitto domestico, ma ben presto la nota drammatica va pian piano affievolendosi, lasciando spazio ad esilaranti siparietti.

Giallo SporcoDal maggiordomo alla fidanzata dell’uomo assassinato, ognuno di loro sembra apparentemente coinvolto nella morte di uno dei protagonisti, e tutti fanno di tutto per scagionare se stessi.

Quello che colpisce sono i tempi dello svolgimento e dell’evoluzione della storia: gli attori giocano con i loro ruoli, tramite equivoci, ripensamenti, gag e battute che trasformano lo spettacolo in qualcosa di unico.

La comicità prende il sopravvento, e la sincronia con la quale gli attori riescono a incastrare sguardi, parole e azioni è davvero straordinaria.

Un successo dato proprio da come la trama riesce a imporsi sul palcoscenico.

Uno sviluppo che non lascia spazio alla noia, ai tempi morti. Il ritmo con cui si susseguono gli eventi è vivo e movimentato.

Ogni dettaglio appare studiato ad hoc, la stessa scenografia scomposta appare il risultato di una pianificazione attenta e pensata per essere volutamente disordinata.

Una commedia noir che riesce a contraddistinguersi proprio perché mescola finzione e realtà, grazie a stratagemmi che danno modo agli attori di mostrare le proprie ambizioni e specificità.

Una sfida con il divertimento che il pubblico stesso ha gradito e ha saputo premiare con tanti applausi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.