In concomitanza della presenza a Trieste di Rade Šerbedžija, premiato ieri sera al Teatro Miela- Bona Wentura con l’Eastern Star Award 2018 c’è stata la possibilità nella mattinata di scambiare due parole con l’attore.

Chi è Rade Šerbedžija?

Per chi non lo conoscesse qualche cenno sulla sua figura.

Trieste Film Festival 2018 - Eastern Star Award 2018 - Rade Serbedzija © Fabrizio Caperchi Photography / La Nouvelle Vague Magazine 2018
Trieste Film Festival 2018 – Eastern Star Award 2018 – Rade Serbedzija © Fabrizio Caperchi Photography / La Nouvelle Vague Magazine 2018

Croato, classe 1946 è uno degli attori più conosciuti e apprezzati del panorama teatrale e cinematografico non solo della Ex Jugoslavia ma anche europeo e internazionale.

La pellicola “Before the rain” di Milcho Manchevski, Leone d’oro a Venezia nel 1994, in cui è protagonista e che racconta la guerra in Jugoslavia, gli apre le porte di Hollywood.

Quella Hollywood in cui reciterà anche diretto da Stanley Kubrick, nei panni del commercianti di costumi Milic di “Eyes Wide Shut”.

Di cui, ci racconta l’attore, rimane la definizione “Stanley’s first cut”, poiché non fu revisionato o modificato a causa della morte di Kubrick qualche tempo dopo.

Nella sua carriera ha preso parte finora a circa 200 film, tra cui alcuni italiani (è stato diretto da Ferdinando Ognani, Francesco Rossi e Andrea Segre tra gli altri)

IL TRIESTE FILM FESTIVAL, LA CITTA’ E IL RICORDO DI ANNAMARIA PERCAVASSI

A chi gli ha chiesto del suo rapporto con Trieste ha risposto con sincerità: non ha trascorso molto tempo nella città come altri suoi connazionali ma l’apprezza e l’ha sempre apprezzata per la sua posizione e per l’architettura speciale che la contraddistingue.

Parlando di Trieste non ha potuto non menzionare AnnaMaria Percavassi, direttrice e creatrice del Festival scomparsa qualche anno fa, che insieme agli organizzatori del festival ha sempre sostenuto e cercato di creare e rinsaldare le relazioni tra gli operatori del mestiere soprattutto nel periodo difficile della guerra.

Il premio del Trieste Film Festival, oltre che essere un onore rappresenta anche l’occasione per ringraziare gli organizzatori di questo Festival e ricordare Anna Maria Percavassi che proprio durante la guerra fratricida in cui noi attori non eravamo più liberi di collaborare con colleghi di paesi nemici potevamo riunirci e incontrarci a Trieste

DAL CINEMA ALL’ ATTUALITA’

Durante l’incontro si è passati dal parlare di cinema, della sua terra d’origine, alle amicizie negli Stati Uniti (in cui ha abitato per molti anni) ma anche al parlare di teatro.

Quel teatro che rimane sempre il suo primo amore e per il quale ogni anno da 17 anni porta in scena ogni estate il suo King Lear shakesperiano nel Festival che organizza a Brioni.

Riguardo all’attualità, e ricordando i difficili tempi della guerra che ha vissuto in prima persona, ha espresso il suo timore per la situazione politica mondiale che viviamo

Viviamo in tempi molto duri, forse in uno dei momenti più duri. […] Abbiamo abbastanza ragioni per avere paura

Tutto diventa differente ai tuoi occhi, la guerra porta un nuovo sguardo su ciò che ti accade intorno

I SUOI RICORDI DEL ’68

Riguardo al ’68, tema portante del Festival, ha affermato che la rivoluzione vera l’ha vissuta attraverso i suoi amici  come ad esempio Dusan IVanovic che tanto ha scritto a riguardo.

Lui dal canto suo era impegnato con il lavoro ma ricorda quel periodo come un periodo sicuramente pieno di illusioni in parte tradite dal regime politico di quel periodo.

Ce ne sarebbero di cose da raccontare sull’incontro speciale con questo Artista ma ciò che rimane è una lezione che ha voluto condividere sin dall’inizio: “I’m still learning”

Continuo sempre a imparare qualcosa. Lavorando anche con i giovani tra l’altro continuo a imparare da loro ma anche da me stesso

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.