Il nuovo cinema francese ha fissato un immancabile appuntamento di primavera in Italia: da mercoledì 8 aprile fino a domenica 12 aprile tutti invitati al Rendez-vous, festival dedicato alle novità cinematografiche made in France, giunto alla sua quinta edizione.

Un rendez-vous, citando l’Ambasciatrice di Francia Catherine Colonna, può essere un appuntamento diplomatico, un incontro tra i popoli, una storia d amore. In questo caso quella tra le cinematografie di Francia e Italia.

Si parte da Roma: luoghi dell’evento saranno il Cinema Quattro Fontane, la Casa del Cinema, l’Accademia di Francia a Roma – Villa Medici e il Maxxi – Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo. Il festival farà in seguito tappa a Napoli, Palermo, Bologna, Torino e Lecce.

La direttrice artistica Vanessa Tonini ha parlato di questa edizione come una “selezione improntata alla vitalità, una via d’uscita dalla crisi per un futuro immaginario all’insegna della creatività”. La stessa Immagine di copertina esprime, infatti, naturalezza ed energia.

Quest’anno il festival è rappresentato da una madrina speciale, l’attrice francese Fanny Ardant, diva indiscussa di molte pellicole del cineasta François Truffaut, protagonista della commedia Chic! di Jérôme Cornuau, film d’apertura della rassegna. la Cineteca di Bologna le dedicherà un focus alla carriera, che vede l’attrice impegnata anche nelle vesti di regista. Nell’ambito della kermesse presenterà il suo secondo film dietro la macchina da presa, Cadences Obstinées, con Asia Argento, Franco Nero e Gérard Depardieu.

Il calendario, consultabile all’indirizzo http://institutfrancais-italia.com/it, è fitto di pellicole che vanno dalla commedia, genere prediletto in Francia, ai documentari e un film d’animazione. Per elencare alcuni tra i film di punta: Les Combattants | The Fighters – Addestramento di vita di Thomas Cailley, commedia militare che rappresenta una sorta di romanzo di formazione. E ancora il duo d’oro di Quasi amici, Éric Toledano e Olivier Nakache tornano con un film legato ai sentimenti, Samba, di taglio sociale, in uscita nelle sale dopo l’anteprima al Festival, inoltre la masterclass di Robert Guédiguian che presenterà, Au fil d’Ariane, una fantasia, un racconto onirico, un inno alla libertà senza confini della creazione, dedicato alla sua musa Ariane Ascaride.

Visti i presupposti…Voulez-vous Rendez-vous?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.