Scusate se esisto: la coppia Cortellesi-Bova torna al cinema

1824

Distribuito da 01 Distribution, arriva nelle sale italiane il nuovo film di Riccardo Milani, “Scusate se esisto!”.

- Advertisement -

Tornano a far coppia, dopo la fortunata parentesi di “Nessuno mi può giudicare”, Paola Cortellesi e Raoul Bova.

La Cortellesi è l’anima del film che la vede esordire alla sceneggiatura seppure coadiuvata da Giulia Calenda, Furio Andreotti e lo stesso Milani.

Un lavoro che nasce proprio in famiglia e dal confronto quotidiano dell’attrice e del regista (moglie e marito). Quante volte siamo costretti a nascondere il nostro io più vero?
Questa l’origine della pellicola (lo so che non si gira più in pellicola, ma mi piace ancora chiamarla così) che poi vira sulle difficoltà del mondo del lavoro, soprattutto se si è donna e si intende scalare le vette in certi ambiti in particolare.

E’ il caso di Serena Bruno, brillante architetto con esperienze dagli Stati Uniti al Giappone, ora di stanza a Londra che, vinta dalla nostalgia e l’amore per il suo Paese, decide di tornare optando per Roma.

In attesa di trovare l’occasione giusta nel suo ambito, si barcamena tra più lavori. Tra questi anche il turno serale in un ristorante nella incantata e ovattata atmosfera di Piazza Caprera dove incontra il titolare. Lui il bello e dannatamente affascinante Francesco (Raoul Bova), purtroppo per lei (già cotta di lui al primo sguardo) è omosessuale.

I due oltre che dall’affinità naturale, sono uniti da un destino comune, entrambi per ottenere quel che vogliono ed essere davvero se stessi sono costretti a fingersi per quel che non sono.

L’occasione della svolta la darà il bando per il progetto di riconversione del quartiere Corviale a Roma (in sala alla conferenza stampa romana era presente l’architetto cui in parte la storia si ispira).

Quando si presenta, Serena capisce da sé che l’essere donna l’avrebbe penalizzata e perciò… ecco il via ai trucchi, gli inganni e gli espedienti per ottenere comunque il risultato voluto!

I due protagonisti sapranno aiutarsi l’un l’altro per risolvere i rispettivi problemi.

Si ride, non sempre con efficacia, e si cerca di ritornare nel solco della tradizione della commedia all’italiana che ci consacrò decenni or sono.

Il cast è davvero brillante e oltre ai due citati, troviamo Marco Bocci che a Laura Chiatti in questo film preferirà Raoul Bova e un trio di bravi interpreti: Corrado Fortuna, Lunetta Savino e l’esuberante Ennio Fantastichini.

Il primo è un architetto che in realtà, non per sua colpa si limita al lavoro di fotocopiatura in ufficio, la seconda è la fida e preparatissima segretaria del capo, infine Fantastichini il cinico capo ufficio.

Un applauso va sicuramente rivolto alla sconosciuta eppure simpaticissima interprete nel ruolo della zia di Serena/Cortellesi, alla prima apparizione sul grande schermo. Le incursioni di Stefania Rocca e Cesare Bocci si riducono invece a puro cameo.

Prodotto da Fulvio e Federica Lucisano, una produzione Italian International Film con Rai Cinema, il film uscirà il 20 novembre in più di 400 copie.

- Advertisement -

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.