Al teatro Rossetti di Trieste arriva Angelo Pintus con l’esilarante spettacolo “Destinati all’estinzione” il 16 e il 17 aprile

Nel 1975 a Trieste nacque Angelo Pintus,comico,imitatore e showman. Nel 2019 Pintus è tornato a Trieste col suo spettacolo comico “Destinati all’estinzione”.

Il comico italiano, infatti, è impegnato in un tour che gli ha fatto girare l’Europa per poi riportarlo qui in Italia. Sul palco ci sono solo un paio di cose: una lavagna, un microfono e lui, Pintus.

Fin dal primo momento il comico è disinvolto davanti ad un pubblico a cui dà del “tu” e che fa subito scoppiare dalle risate. Per un paio d’ore Pintus rimane da solo sul palco e parla di qualsiasi cosa.

Dagli animali domestici ai terrappiattisti, dagli stranieri ai social. Il tutto arricchito da episodi presi direttamente dalla sua quotidianità e dalla sua infanzia. Con dinamicità, allegria ed un po’ d’irriverenza, scherza anche sull’Italia e soprattutto su Trieste, sua terra natale.

In particolare gli spezzoni in dialetto triestino sono stati estremamente apprezzati dal pubblico della città.

Spezzoni accompagnati da assaggi di altri dialetti, italiani e non, e da quelle imitazioni ormai caratteristiche del comico.

Non manca neanche la contemporaneità nello spettacolo di Pintus, che trova qualcosa da dire perfino sul tragico incendio di Notre-Dame.

Il suo umorismo dolce-amaro spesso nasconde acerbe verità mentre analizza la natura umana. Si parte dal passato fino ai giorni nostri e poi verso il futuro visionario che potrebbe attendere la Terra.

Tagliente ma esilarante, Pintus mantiene un ritmo scatenato sul palco, usando musica, colori e una grande fisicità.

Inoltre, in “Destinati all’estinzione”, Pintus parla anche di una società fatta troppo spesso di superficialità e stereotipi, invece che di sensati ragionamenti. Si chiede dove andrà a finire l’umanità nel prossimo futuro e dove si trova nell’immediato presente.

In mezzo a tanta sana allegria spiccano, quindi, anche una certa profondità ed una comicità intelligente.

 

fonte foto
Ufficio Stampa Politeama Rossetti
  • Articoli
Chi sono
Ciao, sono Beatrice. La curiosità è il mio carburante e mi appassiona ogni ambito dell’arte, dalla letteratura alla musica. Credo nella frase di Aristotele: “Educare la mente senza educare il cuore, non è affatto educare.
×
Ciao, sono Beatrice. La curiosità è il mio carburante e mi appassiona ogni ambito dell’arte, dalla letteratura alla musica. Credo nella frase di Aristotele: “Educare la mente senza educare il cuore, non è affatto educare.
Latest Posts
  • Angelo Pintus

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.