Si intitola ‘E’ tardi rimani’, il nuovo singolo di Davide Merlini, finalista di XFactor 6, indimenticabile Romeo nel musical ‘Romeo e Giulietta-  Ama e Cambia il mondo’ e concorrente di ‘Tale & Quale show

E’ uscito da pochissimi giorni ‘E’ tardi rimani’, il nuovo singolo del cantautore Davide Merlini, finalista a ‘X Factor 6’, indimenticabile Romeo nel musical ‘Romeo e Giulietta – Ama e Cambia il mondo’ (400 repliche!) e concorrente di ‘Tale & Quale Show’ (2016-2017) con quella sua  memorabile esibizione nei panni di Massimo Ranieri. 

Una voce strepitosa per un ragazzo di talento che, ne giro di pochi anni, non ha sbagliato un colpo grazie a talento e intuizione, inanellando un successo dopo l’ altro.  ‘“È tardi rimani’ è il secondo brano che scrivo da cantautore insieme a Marco Canigiula” – racconta Davide – “ È una ballad autobiografica dalle sonorità semplici e immediate nata (in un giorno) dalla necessità di esternare tutte le mie emozioni. E’ una storia di un amore importante che potrebbe diventare ‘per sempre’ ma che spaventa, proprio per la sua grandezza”.

Ci vuole sempre una buona dose di coraggio e un pizzico di follia, per dar forma a una vita insieme.

“Sì, vivi quella sensazione di essere a un bivio ma con un semaforo spento, e non sai cosa fare. Può andare benissimo ma potresti anche rischiare di trovarti davanti un film che non vorresti vedere, ma che viene comunque proiettato. L’ amore è un rischio, può farci cadere ma anche volare”.

Chi è la bella ragazza protagonista del video?  

“Camilla, ed è proprio la mia fidanzata! L’ho voluta al mio fianco sul set, per rendere ancora più autentico e forte il messaggio. Protagoniste due persone che vogliono amarsi ma che hanno paura, profondamente segnate dalle delusioni del passato. Quell’amore che inizialmente spaventava entrambi è diventato durante il difficile momento della pandemia, il nostro punto di riferimento. Una nuova partenza, per progettare il futuro”.

Dove e da chi è stato realizzato, il video?

“E’ stato girato a Firenze. Ci ha diretto Angelo Capozzi, un giovanissimo e bravo regista, con il quale avevo già lavorato per il mio precedente singolo ‘Fuori insieme a te’. Le immagini girate prima del lockdown in piazza Michelangelo (proprio nel luogo del loro primo appuntanento; ndr), fanno sperare di poter godere ancora della bellezza del nostro Paese. C’è bisogno di ritornare a quella normalità’ che prima davamo per scontata e che solo nel momento in cui ci è stata negata, abbiamo imparato ad apprezzare”.

Sei giovane, bello e hai alle spalle già una sorprendente carriera. Quali sono stati a oggi, i momenti più emozionanti?

“Di sicuro cantare in Aula ‘Paolo VI’, per il Concerto di Natale nel 2017 di fronte a Papa Francesco e 11.000 persone, condividendo il palco con Annie Lennox, Lionel Richie e tantissimi altri grandi artisti. Poi ovviamente non posso non ricordare quella serata di ‘Tale e quale show’ che ho vinto, in presenza di Massimo Ranieri che si trovava in giuria, cantando la sua ‘Se bruciasse la città’. La mia vita è fatta di emozioni!”.

Parlando di ‘Tale & quale show’ hai provato delle difficoltà, imitando qualche artista?

“No, non dal punto di vista vocale ma… estetico! Sono state durissime le otto ore di trucco (rispetto alle abituali due e mezza; ndr) alle quali mi sono sottoposto per vestire i panni di Stevie Wonder. Ero tutto una plastica!”.

Come si vince l’emozione, quando si sale sul palco? All’arena di Verona per il ‘Romeo e Giulietta’, Romeo si è ritrovato di fronte 15.000 persone…

“Romeo ha fatto finta di niente cercando di guardare … oltre (ride; ndr)! Diciamo che in quell’occasione i tanti movimenti in scena, mi hanno aiutato parecchio.”

Che genere di musica ascolti?

“Di tutto, anche se apprezzo maggiormente il pop italiano”. 

Come vivi il rapporto con i tuoi colleghi?

“Benissimo e con il cast di ‘Romeo e Giulietta’ siamo come una famiglia. Abbiamo la nostra chat su whatsApp e interagiamo praticamente tutti i giorni”.

Per un prossimo singolo con chi ti piacerebbe duettare?

“Io sono pronto a qualsiasi collaborazione, anzi, si accettano proposte, volentieri!”

Se dovessi portare in scena un altro musical, quale sceglieresti?”

“Sicuramente quello di ‘Hercules’, il mio cartone animato preferito. Per un’audizione simile, potrei andare ovunque”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.