Il gran ritorno del Signor Malaussène

1508

Quasi 20 anni dopo ritorna Mr Malaussène, il capro espiatorio più famoso della storia della letteratura nato dalla geniale penna di Daniel Pennac.

Sapevamo di un Pennac che si era allontanato volontariamente dal mondo fantasioso della tribù Malaussène dedicandosi a saggi e teatro.

Daniel Pennac

Sono quindi molto lontani i tempi de Il paradiso degli orchi, 1991 (Au bonheur des ogres, 1985) fino a La passione secondo Thérèse, 1999 (Aux fruits de la passion, 1999). Sei successi strepitosi con protagonista il giovane Benjamin nato da madre nomade e con tanti padri sconosciuti.

Ecco quindi che appena uscita in Francia la nuova serie dal titolo “Il caso Malaussène” è già un successo, e per chi ha apprezzato la saga precedente questa non è certo una notizia strana.

Sono tornato complice di me stesso. Ed ho ritrovato un vecchio amico che è invecchiato meno di me

ha spiegato Pennac, 73 anni, in un’intervista a Le Figaro, che dedica tre pagine al primo tomo della nuova serie.

Malaussène non è cambiato, ma tutto attorno a lui è diverso.

Le Cas MalaussèneRitroviamo l’eroe strampalato, e la sua improbabile e fantasiosa famiglia, sempre a Belleville, nel cuore di Parigi, ma la situazione è completamente mutata. Oggi si parla di globalizzazione, di estremismo islamico, di crisi economica.

Benjamin Malaussène, ritiratosi nella provincia del Vercors, sorveglia il suo vicino di casa, un romanziere minacciato dai membri della propria famiglia perché racconta verità scomode su di loro.

Nel frattempo a Parigi, bambini, cugini e nipoti si trovano a vari livelli implicati nel rapimento di Georges Lapietà, uno dei quindici uomini più ricchi d’Europa.

I rapitori chiedono un riscatto di 22 milioni di euro da distribuire ai poveri.

Ovviamente il nostro Malaussène non riuscirà a non rimanere implicato nella vicenda con i  soliti svariati colpi di scena, false piste  equivoci e scambi d’identità.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.