L’incredibile storia di Casiamù : Claudio Proietti ci parla del suo nuovo libro

332

L’incredibile storia di Casiamù, “questo piccolo grande eroe è già così amato, questo mi rende felice”. Intervista a Claudio Proietti

Casiamù (fronte)E’ uscito da pochissimi giorni e il nuovo libro di Claudio Proietti ha già conquistato moltissimi lettori soprattutto in ambito scolastico. Dopo la pubblicazione di “Ho due storie per te” (Armando Curcio Editore), l’autore e regista romano ha dato vita ad un nuovo racconto. L’incredibile storia di Casiamù, è questo il titolo di quello che lo stesso autore definisce “un parto lungo ma straordinario”.  Un libro che nasce come racconto per ragazzi ma che risulta essere adatto proprio a tutti.

L’incredibile storia di Casiamù, il titolo del tuo nuovo libro. Cosa ha di incredibile questa storia?

Diverse cose. Intanto il fatto che l’abbia scritta in un tempo molto breve e con un trasporto totalizzante. Sono incredibili le avventure che il protagonista vive insieme al lettore. I personaggi che incontra non sono da meno. Quando tutto sembra prendere una direzione, ecco che si rimane spiazzati! E’ una storia che ci tiene sempre col fiato sospeso. Succede sempre qualcosa di inaspettato… di incredibile, appunto!

A chi si rivolge il testo?

Veramente a tutti. A tutti quelli che continuano a stupirsi, a mettersi in gioco. A tutti quelli che hanno deciso di aprire quel benedetto cassetto e realizzare i propri sogni. A tutti quelli che si accingono a scoprire la vita, a quelli che la voglio riscoprire con occhi  più maturi. A chi non vuole più prendersi in giro e intende darsi da fare per essere felice.

Cosa l’ha portato a raccontare questa storia?

Avevo pubblicato un libro nel 2014: “Ho due storie per te” (Armando Curcio Editore). E’ stato molto apprezzato, fortunatamente. Alcune copie sono finite sulle scrivanie di insegnanti che hanno gradito così tanto il mio lavoro che mi hanno chiesto: “Perché non scrivi un libro per ragazzi?”. In realtà l’avevo già fatto. Casiamù riposava nel mio cassetto e non intendevo svegliarlo, chissà perché! Il cassetto di cui parlavo prima, appunto. Dopo diverse sollecitazioni mi sono deciso e Casiamù si è mostrato.

Casiamù (retro)E’ uscito da pochi giorni e già è stato adottato nelle scuole. Come hanno reagito i bambini.

Molto bene. Non mi aspettavo tanto amore. Sembrava che lo stessero attendendo. Come si attende un compagno di giochi che dà un appuntamento. Ho visto disegni. Occhi curiosi. Una festa, insomma, l’arrivo di Casiamù! Un’esplosione di vita!

“Casiamù aveva dodici anni e un solo desiderio”… Lei ne ha qualcuno in più condivide lo stesso desiderio del protagonista?

Il mio desiderio è che i lettori trovino in questa storia qualcosa che possa essergli utile. Anche una sola. Qualcosa che proprio gli servire. Per quanto mi riguarda il fatto che questo piccolo grande eroe sia già così amato mi rende felice.

Cosa spera che lasci questa storia ai lettori?

La voglia di alzarsi e vivere! Trovare quella forza che, ogni tanto, sembra abbandonarci inesorabilmente. Spero che arrivi nella vita della gente come una bella notizia, come un abbraccio sincero, come un regalo utile.

 

L’incredibile storia di CASIAMÙ

di Claudio Proietti

Illustrazioni in copertina realizzate da Santina Vaccaro (santinavaccaro@hotmail.com)

Edizioni Progetto Cultura

Per acquistare il libro

Libreria MANGIAPAROLE – Roma

Via Manlio Capitolino 9

(aperto dal martedì dalle ore 15.30)

Per acquistarlo basta inviare una mail a info@progettocultura.it

tel: 0697841027 – 335.7309765 (dopo le ore 15.30)

www.progettocultura.it

costo: 7.50 euro

  • Articoli
Chi sono
Dopo la laurea in Scienza della Comunicazione, nel 2009 si iscrive all’Albo dei Giornalisti Pubblicisti. Dal 2009 si dedica al lavoro di Ufficio Stampa in ambito teatrale. Insegnante di Ufficio Stampa Teatrale presso l’Istituto Spellucci, ha collaborato con l’Associazione Kartabianca nell’organizzazione dei corsi di Giornalismo e Ufficio Stampa. Dal 2014 si è dedicata alla distribuzione di spettacoli teatrali.
×
Dopo la laurea in Scienza della Comunicazione, nel 2009 si iscrive all’Albo dei Giornalisti Pubblicisti. Dal 2009 si dedica al lavoro di Ufficio Stampa in ambito teatrale. Insegnante di Ufficio Stampa Teatrale presso l’Istituto Spellucci, ha collaborato con l’Associazione Kartabianca nell’organizzazione dei corsi di Giornalismo e Ufficio Stampa. Dal 2014 si è dedicata alla distribuzione di spettacoli teatrali.
Latest Posts
  • Il Disagio di Lamberto Carrozzi portato in scena da Serafino Iorli
  • Christmas Caravan

Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.