Scopriamo insieme chi sono i protagonisti de La Compagnia del Cigno, la nuova fiction della RAI che debutta il 7 gennaio alle 21.25 su RAI1.

Ecco i chi sono i sette protagonisti de La Compagna del Cigno.

1. Leonardo Mazzarotto è Matteo

Matteo è il personaggio da cui parte la storia. Ha 17 anni e viene da Amatrice dove viveva con i genitori prima del terremoto. Viene accolto ad anno in corso al Conservatorio di Milano per il suo immenso talento ma subito si scontra con il M° Marioni che, con fare brusco ma conscio della sua bravura, in realtà vorrebbe solo spronarlo a mettersi a paro con i compagni.

Il ruolo di Matteo è interpretato da Leonardo Mazzarotto, diplomato in violino al Conservatorio di Santa Cecilia di Roma. E’ al suo debutto come attore.

2. Fotinì Peluso è Barbara

Barbara è la classica ragazza sulla quale la madre proietta i suoi sogni e le sue ambizioni. Barbara DEVE essere eccellente in tutto, è questa la sua condanna. E per far ciò è costretta a dire tante bugie a tutti per dare l’impressione di essere perfetta.

Questa vita basata sulle bugie non le permette nemmeno di essere sincera con se stessa ed aprirsi all’amore che prova per Domenico.

Nel ruolo di Barbara troviamo una nostra “vecchia” conoscenza: Fotinì Peluso.

Nata a Roma e dopo aver studiato pianoforte per 10 anni abbandona momentaneamente la musica per studiare recitazione entrando a far parte del cast di Romanzo Famigliare di Francesca Archibugi.

3. Emanuele Misuraca è Domenico

Domenico è il genio musicale del gruppo, talmente bravo da non aver bisogno di esercitarsi. Ma malgrado ciò è altruista, sarà infatti il primo ad aiutare Matteo ad inserirsi nel gruppo.

Andrà tutto bene tra loro finché non si innamoreranno della stessa ragazza.

Nel ruolo di Domenico troviamo Emanuele Misuraca, siciliano come il suo personaggio. E come il suo personaggio si è trasferito giovane a Milano per studiare pianoforte dove si è diplomato al Conservatorio.

Ha debuttato come attore nel film Come diventare grandi senza genitori di Luca Lucini.

4. Chiara Pia Aurora è Sofia

Sofia è una violoncellista vittima di bullismo sin da piccola a causa della sua corporatura non proprio esile. Per Matteo sarà amore a prima vista ma la sua timidezza non le consente di vivere serenamente. Solo nella musica riesce ad esprimersi liberamente.

Il ruolo di Sofia è interpretato da Chiara Pia Aurora che ha sempre avuto la musica nel suo destino. Iscritta alle scuole medie musicali, finite le quali, su consiglio del suo insegnante, si è iscritta al liceo socio psico pedagocico, che sta per terminare.

E’ alla sua prima esperienza come attrice.

5. Ario Sgroi è Robbo

Robbo è uno studente di pianoforte ed oboe. Il Conservatorio rappresenta la sua isola felice soprattutto quando scopre che a casa si sta per compiere un dramma: la madre ha un amante. Oltre a dover fare i conti con questa situazione deve anche cercare di badare a sua sorella più piccola che è si sente smarrita in questa situazione.

ArioSgroi è uno dei giovanissimi del cast e studia realmente pianoforte ed oboe ed è alla prima esperienza come attore.

6. Francesco Tozzi è Rosario

Rosario è di Firenze ed ha una vita personale molto complicata con una madre tossicodipendente. Proprio per questo motivo è stato affidato ad una coppia milanese che, per assecondare la sua passione per la batteria e le percussioni, lo ha iscritto al conservatorio.

Ma il prepotente ritorno della madre lo metterà di fronte a delle scelte dolorose che lo porteranno a scontrarsi con il gruppo e con Sara in particolare.

Anche per Francesco Tozzi, che interpreta Rosario, il percorso scolastico è stato tutto musicale, dalle medie alle superiori. Studia batteria da 11 anni ed è iscritto al conservatorio dove studia percussioni.

7. Hildegard De Stefano è Sara

Sara è una violinista ipovedente. E’ l’unica a non far parte dell’orchestra proprio per la sua disabilità ma è una dura che ha reagito con fermezza al suo status senza mai lamentarsi. Il M° Marioni sceglie proprio lei per supportare Matteo.

Hildegard De Stefano, che recita nel ruolo di Sara, ha vent’anni e si è appena diplomata al Conservatorio di Milano. E’ alla sua prima esperienza nel mondo della recitazione.



  • Articoli
Chi sono
Racchiude in sé mille passioni legate a tutto ciò che l’uomo produce, inventa e ricrea; è quello che si può definire un “animale sociale”. Fotografo raffinato, con la sua inseparabile macchina fotografica, congela gli istanti per estrapolarli dalla realtà e condurli in una dimensione altra, sublime. Il suo motto è “Un giorno senza un sorriso è un giorno perso (C.Chaplin)”
×
Racchiude in sé mille passioni legate a tutto ciò che l’uomo produce, inventa e ricrea; è quello che si può definire un “animale sociale”. Fotografo raffinato, con la sua inseparabile macchina fotografica, congela gli istanti per estrapolarli dalla realtà e condurli in una dimensione altra, sublime. Il suo motto è “Un giorno senza un sorriso è un giorno perso (C.Chaplin)”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.