Ci sono quelle esperienze che devi vivere almeno una volta. Una di queste è un concerto di Bryan Adams.

Occasione colta al volo dalle quasi 4000 persone che hanno affollato venerdì sera la Kioene Arena di Padova.

Il  58enne cantante canadese ha venduto milioni di dischi tra gli anni 80 e 90 e mantiene ancora una forma più che smagliante.

Canta, salta da una parte all’altra del palco e si diverte sia nell’esibirsi sul palco con gli amici e colleghi musicisti- band da una vita accanto a lui- che nell’intrattenere il pubblico presente.

Pubblico trasversale che va dai bambini, alle ragazze adolescenti, alle coppie mature: insomma c’è chi è cresciuto con la sua musica ma anche chi questa passione per il cantante l’ha ereditata dai genitori.

Viene quindi naturale chiedersi chi si sia divertito di più venerdì sera tra lui e gli intervenuti al concerto

I fan che tengono la sua chitarra. Foto dal profilo instagram del cantante
NON SOLO CANTANTE

Quello che colpisce di Adams, oltre all’eleganza in ogni gesto e nel porsi sul palco e alla voce graffiante e coinvolgente oggi come vent’anni è la sua abilità da musicista anche se la sua anima gemella sul palco è la chitarra

Il cantante però se la cava bene anche alle prese con l’armonica a bocca con cui intona uno dei pezzi finali

 QUANDO NON SERVONO GROSSE SCENOGRAFIE

Non c’è bisogno di grandi palchi o imponenti scenografie, ad un artista come Adams bastano la voce e l’affiatamento con i musicisti per dar spettacolo.

Uno spettacolo che scivola per più di due ore tra le canzoni che gli hanno regalato e confermato il successo nel corso degli anni: “Please forgive me”, “Heaven”, “Here I am” e “(Everything i do) I do it for you” e che han fatto sognare il pubblico.

Ma anche pezzi su cui scatenarsi e ballare. “Cut’s like a knife o l’intramontabile “Summer of ’69”: l’estate della vita in cui tutti possono riconoscersi

Presenti anche le nuove canzoni dall’ultimo cd, che da il nome al tour e che risale al 2015, “Get up!” tra cui il brano “Brand new day” nel cui video spicca la partecipazione di Helena Bohman Carter.

CANTANTE, MUSICISTA E MATTATORE

C’è spazio anche per aneddoti di vita, come quello riguardante la prima volta in cui fece tappa in Italia; in un club in un paese al centro della Sardegna dove gli unici due che parlassero inglese erano lui e Madonna

O ancora l’introduzione di “It’s only love” in cui ha fatto sperare al pubblico che sopraggiungesse a sorpresa Tina Turner, con cui ha duettato negli anni Ottanta.

Dopo la prima data del tour italiano a Padova e le date di Milano, Torino e Roma, il cantante e rocker sarà ancora in concerto a Rimini stasera e a Bolzano domani.

[flagallery gid=626]

 

Le foto della nostra gallery sono state scattate da Agnese Ruggeri nella data romana del Palalottomatica

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.