Inizia con i giovanissimi talenti dai 4 ai 14 anni questa nuova giornata di Danza in Fiera 2014.

Presso il padiglione La Ronda di Fortezza da Basso, apre questa nuova giornata del dif, il  Dance Colours ,  la rassegna che nasce per valorizzare il talento dei ballerini più giovani, aperta a gruppi di ogni genere rigorosamente giovanissimi.

C’è attesa prima che i ragazzi si possano esibire e siamo andati a curiosare fra le emozioni dei genitori e parenti intervenuti alla manifestazione.

Risultato? Un’atmosfera di grande serenità e festa.

Abbiamo parlato con i genitori dei bambini della scuola La Piccola Etoile di Arezzo.

“ La danza è una cosa importante per i nostri bambini e, anche per noi genitori è sicuramente gratificante accompagnarli. Noi abbiamo cercato semplicemente di seguire le inclinazioni dei nostri figli.

Danza in fiera è una manifestazione grande ma  auguriamo sempre a nostri figli di fare soprattutto quello che gli piace, perché la danza unisce, crea una competizione intelligente ed un è bel momento di aggregazione fatta soprattutto di emozioni da condividere.”

Fra passi di danza contemporanea, classica e sincro dance, le giovani ballerine delle associazioni che hanno partecipato a questa rassegna, ci hanno mostrato il volto delle emozioni dei più piccoli, semplici nella loro spontaneità e nelle loro ancora piccole incertezze.

La regola per seguire queste rassegne qui è una sola: quando parte un applauso fatelo arrivare fino in fondo!

 

 

[flagallery gid=215]

Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /web/htdocs/www.lanouvellevague.it/home/wp-content/plugins/ultimate-author-box/inc/frontend/uap-shortcode.php on line 119
style=”display:none;”>
Author Details
Conservare lo spirito dell’infanzia dentro di sé per tutta la vita vuol dire conservare la curiosità di conoscere il piacere di capire la voglia di comunicare. – Bruno Munari – Insegnante di scuola dell’infanzia per passione, amo ripetermi che leggere fra le righe dell’arte sia una forma di comunicazione privilegiata della quale i bambini sono i veri maestri. Laureata in Scienze dell’Educazione con una Tesi dedicata al confronto fra i modelli mass mediali in relazione alla multicultura e alla multireligiosità in una prospettiva interculturale, scelgo di perfezionarmi successivamente proprio in Educazione Interculturale, convinta che saper guardare sempre “oltre”, osservare attentamente e ascoltare con curiosità, siano una buona chiave di lettura per stare al passo con questo mondo che non si ferma mai, proprio come i bambini ai quali dedico il mio lavoro. Proprio come l’Arte, alla quale dedico il mio entusiasmo.
×
Conservare lo spirito dell’infanzia dentro di sé per tutta la vita vuol dire conservare la curiosità di conoscere il piacere di capire la voglia di comunicare. – Bruno Munari – Insegnante di scuola dell’infanzia per passione, amo ripetermi che leggere fra le righe dell’arte sia una forma di comunicazione privilegiata della quale i bambini sono i veri maestri. Laureata in Scienze dell’Educazione con una Tesi dedicata al confronto fra i modelli mass mediali in relazione alla multicultura e alla multireligiosità in una prospettiva interculturale, scelgo di perfezionarmi successivamente proprio in Educazione Interculturale, convinta che saper guardare sempre “oltre”, osservare attentamente e ascoltare con curiosità, siano una buona chiave di lettura per stare al passo con questo mondo che non si ferma mai, proprio come i bambini ai quali dedico il mio lavoro. Proprio come l’Arte, alla quale dedico il mio entusiasmo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.