Come una fenice che risorge dalla ceneri, ‘risorge’ anche Hangar Teatri con molteplici incontri, eventi e spettacoli raccontati martedì scorso in una conferenza stampa condotta da Valentina Fiammetta Milan e Marco Palazzoni.

Dopo varie vicissitudini, anche burocratiche, si riparte, con i giusti finanziamenti regionali, nuovi progetti e la voglia di condividere l’arte con la città.

I corsi e Hangar Teatri possono contare su uno staff stabile di quindici persone e un rinnovato ufficio di progettazione in continua formazione.

La Stagione della Fenice

Una stagione, quella della Fenice, sicuramente speciale poiché si svolge da Gennaio a Dicembre, coincidendo quindi con l’intero anno solare.

una stagione dedicata a chi nasce dalle proprie ceneri

e il cui denominatore comune è la qualità della proposta fornita.

Il Teatro degli Sterpi

Oltre ai tre corsi di teatro per bambini (divisi per fasce d’età) e i tre corsi di teatro per adulti, al via anche corsi di Yoga, di canto con Tullia Alborghetti e un corso, in divenire, di danza classica.

Per quanto riguarda gli spettacoli, proprio seguendo il fil rouge delle ‘ceneri’ la stagione si aprirà con “Ceneri alle ceneri” di Harold Pinter per la regia di Igor Pison e l’aiuto regia di Gioia Battista.

Proprio da Pinter e il ‘comunicare l’incomunicabilità’ ripartiranno anche i dialoghi di ioamoillunedì con la stessa Battista e il Prof. Paolo Quazzolo.

Produzione sempre del Teatro degli Sterpi è Cold Water, che andrà in scena tra fine Novembre e inizio Dicembre, e usa toni comici e leggeri per parlare di cronaca finanziaria.

Ritorna e continua, con nuovi approfondimenti sul campo a cura di Diana Hobel, la trilogia della Ferriera con un nuovo spettacolo e nuove repliche del primo atto della Trilogia: “I fantasmi della Ferriera”

Produzioni esterne

Tante le produzioni esterne ospitate da Hangar Teatri.

La prima andrà in scena il 9 Novembre e protagonista sarà il Divine di Danio Manfredini; spazio poi a Trento Spettacoli che produce e distribuisce Conquista della Felicità-Dialoghi tra Bertrand Russel e Cassiopea con Stefano Pietro Detassis e Maura Pettorusso.

Torna poi a Trieste, dopo essersi già esibito qualche anno fa all’interno del Festiva TACT, Marco Chenevier con il suo Quintetto.

Per terminare in bellezza, un’alternativa al Poetry Slam, il Drama Slam, con il suo ideatore Jimi Lend e i Vitamines of Society.

Concerti e istituzioni triestine

Se l’anno scorso Hangar Teatri ha potuto contare sulla collaborazione con Yeah, quest’anno per la stagione concerti si potrà avvalere del contributo di Bellavista Music Club.

Si alterneranno poi sul palco altre realtà cittadine: Trieste Folk, ArtiFragili, Innspirit, l’Accademia della Follia, i Quanti Underground e le serate con l’enigmista Alan Viezzoli.

Ospite molto atteso del 2020 Giovanni Esposito, volto noto della tv, che andrà in scena con “Il baciamano”.

  • Articoli
Chi sono
Quasi trentenne triestina, laureanda in scienze dell’educazione col sogno di lavorare con minori in difficoltà. Curiosa di natura e sempre pronta a mettersi in gioco con nuove esperienze Appassionata di teatro e soprattutto di musical; di cinema, danza, musica e divoratrice di libri, insomma di qualsiasi forma d’arte
×
Quasi trentenne triestina, laureanda in scienze dell’educazione col sogno di lavorare con minori in difficoltà. Curiosa di natura e sempre pronta a mettersi in gioco con nuove esperienze Appassionata di teatro e soprattutto di musical; di cinema, danza, musica e divoratrice di libri, insomma di qualsiasi forma d’arte
Latest Posts

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.