Sono molti anni che seguo il teatro e amo principalmente il teatro musicale; ho visto tantissimi spettacoli in tanti anni, ma quello che ho visto lo scorso giovedì sera al Teatro degli Arcimboldi di Milano, rimarrà impresso nella mia mente e nei miei ricordi per sempre.

Una rappresentazione unica nel suo genere: dopo 40 anni dallo storico film di Norman Jewison, il cast originale del film nella reunion di Jesus Christ Superstar. Il trio storico formato da Ted Neely, Yvonne Elliman e Barry Dennen magistralmente diretti da Massimo Romeo Piparo.

La più grande opera rock di tutti i tempi firmata Tim Rice e Andrew Llloyd Webber rigorosamente in lingua originale, festeggia anche il ventesimo anniversario dell’edizione italiana sempre diretta da Piparo.

Ted Neely, già presente nell’edizione presentata al Sistina nella scorsa stagione, ha letteralmente conquistato il pubblico milanese: una forza, un talento, una presenza scenica più che straordinaria. La passione che trasmette, il suo completo coinvolgimento, il calore che dà ad ogni singola nota cantata, fa di lui un grande Artista diventato un mito.

Nel secondo atto, al termine di “Getsemani”, standing ovation all’ unanimità da parte di un pubblico letteralmente abbagliato da una grandiosa interpretazione. Non avevo mai assistito a un momento simile durante nessuno spettacolo.

Ognuno degli interpreti ha lasciato un segno indelebile: Yvonne Elliman, mervigliosa Maddalena, una presenza decisamente poetica e soave e  Barry Dennen, integerrimo Pilato, coinvolgente ed intenso fino al finale.

Uno straordinario Giuda interpretato da Feysal Bonciani, 24enne fiorentino: una grinta fuori dal comune che si accende in ogni sua scena che arriva al culmine durante la sua drammatica morte.

Un cast di performer di altissimo livello ha colpito la mia attenzione: tutti straordinariamente perfetti! A partire dal giovanissimo Riccardo Sinisi (Pietro), eccezionale Emiliano Geppetti nel ruolo di Simone,stupendo Paride Acacia interprete di Hannas e Salvador Axel Torrisi nel ruolo di un bizzaro Re Erode.

Un meraviglioso ensemble formato da acrobati, mangiafuoco, trampolieri e ballerini coreografati da Roberto Croce, si esibiscono in un ambientazione desertica con alcuni elementi architettonici che prendono vita insieme alla musica, eseguita dal vivo, da un orchestra di 12 elementi diretta dal Maestro Emanuele Friello.

“Jesus Christ Superstar” si conferma il musical più amato e più seguito di tutti i tempi; ogni generazione dal 1973 ad oggi ritrova i segni del proprio tempo nella storia più antica di sempre.

Un grande spettacolo che sicuramente non potrà lasciarvi indifferenti e uscirete da teatro con il cuore pieno di gioia e di emozioni che rimarrano sempre dentro di voi.

”Jesus Christ Superstar” sarà in scena fino al 2 novembre al Teatro Degli Arcimboldi.

E concludo con una frase di Massimo Romeo Piparo.

“C’è l’eterno, intramontabile senso di angoscia per un’umanità che da sempre elegge i propri messia per poi mandarli al martirio, crea i propri miti per poi distruggerli, professa la propria ideologia per prontamente rinnegarla “

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.