the knickScarpe bianche, occhiali da sole e baffi, questi sono gli elementi fisici che caratterizzano il Dottor John W. Thackery protagonista della nuova mini-serie per la tv di dieci puntate in programmazione in Italia dal 3 ottobre su Sky. Negli USA la prima puntata è stata trasmessa l’8 agosto sulla rete tv Cinemax e la serie sta riscuotendo un notevole successo di pubblico e critica.

Il protagonista ha le fattezze di Clive Owen, attore inglese di tanti successi cinematografici che si cimenta, dopo “Second Sight” del 1998, in una nuova serie per la televisione riuscendo a dare al personaggio il giusto carisma e l’intensità tipiche di un medico vissuto tra la fine dell’800 e l’inizio del ‘900.

Tutto nasce da un’idea di Jack Amiel e Michael Begler, ma è il regista e produttore, insieme allo stesso Owen, la punta di diamante della serie: Steven Soderbergh. Regista, sceneggiatore e produttore di numerosi film per il grande schermo.

La colonna sonora è stata affidata a Cliff Martinez collaboratore di Soderbergh in vari film tra i quali : “Sesso, bugie e videotape”, “Traffic” e “Solaris”; tra il 1984 e il 1985 è stato anche batterista dei Red Hot Chili Peppers.

La serie è stata girata tra Manhattan e Brooklyn. Il titolo del libro da cui viene preso spunto, è “GENIUS ON THE EDGE” con protagonista William Stewart Halsted chirurgo statunitense precursore della moderna chirurgia medica, uno tra i primi ad avere adoperato guanti di gomma, fatti commissionare da lui stesso presso una fabbrica, per cauterizzare i pazienti trattati da eventuali infezioni. Ha introdotto, tra i primi, l’anestesia e le trasfusioni di sangue ed ha sempre sperimentato su se stesso tutti i farmaci che successivamente avrebbe prescritto ai suoi pazienti, diventandone, con il tempo, dipendente.

Ci troviamo a New York nel 1900, metropoli in piena espansione, città che accoglie ed avvolge nella sua caotica frenesia i protagonisti e dove Knickerbocker Hospital, con i suoi pazienti ricchi o miserabili, ne era il suo centro. In un periodo storico dove il tasso di mortalità era elevato, le infezioni e le malattie ancora sconosciute proliferavano senza controllo e le cure ancora sperimentali. Tutto ruota attorno al cinico, cocainomane, fumatore di oppio, misogino, scorbutico, arrogante e razzista John Thackery capo del reparto di chirurgia del Knick., troppi aggettivi per definirlo o troppo pochi per capirne la personalità, solo seguendo l’evoluzione del personaggio nel corso della serie potremo scegliere quelli che lo caratterizzeranno di più.

Il Dottor Thackery ha un’anima nera che lo accompagna in ogni suo passo. E’ un uomo misterioso ed intrigante, non dipende solo dalle sue droghe, ma anche dal suo lavoro che svolge con accanita passione e coinvolgimento, è uno studioso, ricercatore e scienziato della medicina, un innovatore che cerca dopo ogni vittoria o fallimento, nuove tecniche per migliorarsi e migliorare la chirurgia; si spinge oltre i limiti della conoscenza medica, costruendosi da solo gli strumenti chirurgici e le tecniche che sperimenterà sui suoi ignari pazienti-cavie. Come ogni personalità irrequieta che si rispetti, John Thackery ha un alter ego, mentore e principale sostenitore, il Dottor J.M. Christiansen, morto suicida, interpretato da Matt Frewer, che vede durante i suoi deliri.

Nelle scene girate durante le varie operazioni chirurgiche, il sangue scorre a fiumi. In una delle prime scene i dottori sono impegnati a praticare un taglio cesareo senza nessuna censura, alcuni dettagli possono sembrare raggelanti, ma non possiamo annoverarla come una serie horror o peggio splatter come si potrebbe pensare, è un medical drama dove si intrecciano le vite di persone che vogliono e cercano di cambiare in meglio tramite la ricerca medica, la vita di altri uomini e donne che senza il loro aiuto non vivrebbero abbastanza per raccontarlo.

Qualcuno, seguendo la serie, potrebbe trovare degli elementi comuni con “Dottor House”, per il carattere irascibile del protagonista, per lo staff di medici sempre pronti a soddisfare le sue stravaganti e inconsuete richieste mediche. Per Cornelia Robertson, interpretata dall’attrice Juliet Rylance, che cerca di frenare o in taluni casi incentivare le sperimentazioni di Thackery, figlia del maggiore finanziatore del Knick e principale fautrice dell’integrazione di un medico afro-americano il Dottor Algernon Edwards, interpretato dall’attore Andrè Holland, laurea ad Harvard e specializzazione in Europa, ma di cui Thackery non vuole sentir parlare ne tanto meno avere come collaboratore. La serie ha una sua distinta personalità che va oltre qualsiasi paragone e vuole essere unica nel suo genere.

Del cast fa parte anche Eve Hewson, figlia del cantante Bono degli U2, che interpreta la parte dell’ingenua infermiera Lucy Elkins, venuta dal sud per lavorare in un importante ospedale di una grande città, che riesce però a togliere dai guai il suo capo.

“The Knick” è una serie alla quale ci si appassiona, lo spettatore vuole sapere fino a che punto Thackery si spingerà pur di mettere in atto le sue innovazioni, se riuscirà a tenere a bada i sui demoni e trovare una cura per sconfiggerli.

Buona visione e alla prossima serie!

DATI TECNICI:

Interpreti e personaggi:
Clive Owen: Dr. John Thackery
André Holland: Dr. Algernon Edwards
Jeremy Bobb: Herman Barrow
Juliet Rylance: Cornelia Robertson
Eve Hewson: Lucy Elkins
Michael Angarano: Dr. Bertram “Bertie” Chickering Jr.
Chris Sullivan: Tom Cleary
Cara Seymour: Suor Harriet
Eric Johnson: Dr. Everett Gallinger
David Fierro: Jacob Speight
Leon Addison Brown: Jesse Edwards
Matt Frewer: Dr. J.M. Christiansen
Produttore esecutivo: Gregory Jacobs, Steven Soderbergh, Michael Sugar, Clive Owen
Casa di produzione: Anonymous Content
Stagioni: 1
Episodi: 10

 

Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /web/htdocs/www.lanouvellevague.it/home/wp-content/plugins/ultimate-author-box/inc/frontend/uap-shortcode.php on line 119
style=”display:none;”>
Author Details
La prima serie Tv che ha visto è stata la tranquilla Happy Days (1974/ 1984) per approdare, dopo anni trascorsi davanti al piccolo schermo, alla più cruenta American Horror Story (2011/ in corso), entrambe raccontano la “routine” di due tipiche famiglie americane. Il passaggio da Fonzie a Costance Langdon ( Jessica Lange nella prima stagione ) possiamo definirlo paranormale. “Sai cos’è un legame chimico? Una grande forza di attrazione…legame covalente ionico…parlo dell’aggregazione di atomi e molecole per formare composti… I legami chimici sono quelli che formano la materia, sono quelli che tengono insieme il mondo fisico, inclusi noi”. Walter White da Breaking Bad, prima stagione episodio 7 “Nero e Azzurro”.
×
La prima serie Tv che ha visto è stata la tranquilla Happy Days (1974/ 1984) per approdare, dopo anni trascorsi davanti al piccolo schermo, alla più cruenta American Horror Story (2011/ in corso), entrambe raccontano la “routine” di due tipiche famiglie americane. Il passaggio da Fonzie a Costance Langdon ( Jessica Lange nella prima stagione ) possiamo definirlo paranormale. “Sai cos’è un legame chimico? Una grande forza di attrazione…legame covalente ionico…parlo dell’aggregazione di atomi e molecole per formare composti… I legami chimici sono quelli che formano la materia, sono quelli che tengono insieme il mondo fisico, inclusi noi”. Walter White da Breaking Bad, prima stagione episodio 7 “Nero e Azzurro”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.