19 Maggio. Una data indelebile. Soprattutto  per chi, da varie parti d’Europa e non solo, ha raggiunto l’Hallenstadion di Zurigo per la tappa svoltasi quella sera di The Man, the Music, the Show” di Hugh Jackman.

L’artista australiano è impegnato proprio in questo mese nel suo primo tour mondiale che finalmente l’ha portato in giro per l’Europa: Svizzera appunto, Germania, Inghilterra (proprio in questi giorni), Olanda, Francia e via dicendo.

Artista ho scritto prima, perché etichettarlo in altri modi non gli renderebbe giustizia.

E ciò che porta in scena non è un semplice spettacolo: è un evento!

Attore, cantante, ballerino. Teatro e musical, tutto condensato in due ore di spettacolo come raramente se ne vedono.

The Man

The Man, la prima descrizione del titolo del Tour, raccoglie tutto ciò che Jackman è.

L’uomo innamorato (non perde occasione per dimostrarlo alla moglie seduta in platea).

Un uomo con le sue cadute e le sue motivazioni per rialzarsi, sempre grato verso le persone che gli son rimaste sempre accanto.

Un uomo e le sue origini: l’Australia, a cui rende omaggio con un video che include tutte le peculiarità del paese.

The Music

Un artista per cui cinema (con tanti ruoli di successo tra cui Wolverine, personaggio della saga degli X Men) e teatro viaggiano di pari passo.

Fondendosi talvolta come nel cinema musicale: suo il Jean Valjean de Les 2012) accanto a Russel Crowe, suo il più recente Barnum di “The greatest Showman”

A The greatest showman, uno dei più recenti successi di Jackman è legato uno dei momenti più commoventi della serata: la rilettura nella lingua dei segni di “A million dreams”

Nonché la sorpresa più grande e inaspettata: la presenza di una delle più grandi star, emerse al grande pubblico proprio con il capolavoro del 2017, Kyala Settle che ha interpretato sul palco uno dei pilastri della soudtrack del film: This is me

The show

Non una virgola fuori posto. Un gruppo di artisti a completare la scena , due cantanti non solo coriste ma parte integrante dello spettacolo (che si uniscono a lui nel medley dedicato a Les Miserables),  proiezioni, gags e sketch con il pubblico.

Di lui si conoscono le doti attoriali, qualcuno ne conosce anche quelle canore, i più attenti invece non sono rimasti sorpresi, -al contrario della sottoscritta-, durante uno dei momenti di più grossa meraviglia: un pezzo incredibile di tap

Uno spettacolo, un evento che rimane negli occhi,  nella mente e nel cuore e che, a distanza di giorni lascia ancora senza parole.

  • Articoli
Chi sono
Quasi trentenne triestina, laureanda in scienze dell’educazione col sogno di lavorare con minori in difficoltà. Curiosa di natura e sempre pronta a mettersi in gioco con nuove esperienze Appassionata di teatro e soprattutto di musical; di cinema, danza, musica e divoratrice di libri, insomma di qualsiasi forma d’arte
×
Quasi trentenne triestina, laureanda in scienze dell’educazione col sogno di lavorare con minori in difficoltà. Curiosa di natura e sempre pronta a mettersi in gioco con nuove esperienze Appassionata di teatro e soprattutto di musical; di cinema, danza, musica e divoratrice di libri, insomma di qualsiasi forma d’arte
Latest Posts
  • Tact Festival

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.