UnWoman è l’agenzia delle Nazioni Unite che si occupa di uguaglianza tra i sessi ed emancipazione femminile, ed in occasione di questa giornata (25 Novembre), dedicata all’eliminazione della violenza sulle donne, si è fatta promotrice di una campagna di sensibilizzazione davvero forte realizzata con United Colors of Benetton, che non è certo nuova ai temi, tristemente caldi, legati all’attualità e Fabrica, centro di comunicazione e ricerca.

La campagna è articolata su più fronti; da una lato c’è stata la realizzazione di un video dove si vede una giovane donna sottoposta a una lapidazione di fiori. Si tratta di 30 secondi di intensità che riescono a trasmettere un messaggio forte e soprattutto senza fare ricorso all’immagine violenta, il che, se vogliamo, lo rende ancora più spiazzante ed efficace.

Al fianco di questo video vediamo anche la realizzazione di alcune tavole, Facing, trattate con dell’acido, cercando di ottenere il risultato artistico dove per la prima volta non si distrugga la bellezza.

Un modo “diverso” di parlare di acido, su una superficie metallica anziché contro il viso o il corpo di una donna.

Un incontro che non è deturpazione ma bellezza.

Un incontro di cui se ne parla sui magazine di arte non tra le colonne della cronaca nera.

Un incontro che, finalmente, farà del bene anziché del male, infatti queste tavole verranno battute all’asta e i proventi andranno proprio a UnWoman, che tanto ha ancora da fare in termini di sensibilizzazione, formazione e prevenzione.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.