Liberaci dai peccati, amen

Affettuoso e Doloroso è questo “Fratellini”.

Affettuoso, come prendersi cura di un fratello minore; Doloroso come saperlo così malato che nessuno vuol toccarlo;

Affettuoso come il portargli “la medicina”; Doloroso come il fatto che questa medicina doveva essere presa prima…prima;

Affettuoso, come un aquilone che rallegra l’atmosfera e distrae l’attenzione; Doloroso, come il fatto che l’atmosfera è quella di un ospedale e che l’attenzione si concentra sul fatto che l’aquilone lo si può attaccare solo all’albero di una flebo;

Affettuoso, come i gesti di un fratello maggiore (Francesco Silvestri) che pulisce dai peccati il fratello minore (Vincenzo Tumino), scandendo i propri gesti attraverso le litanie della messa; Doloroso come la nudità che diventa simbolo di vergogna, di perdita di dignità…di difetto sociale.

Affettuoso, come la volontà di aiutare qualcuno a portare un peso; Doloroso come il veder morire quel qualcuno piano piano ogni giorno di più.

Affettuoso come quei gesti; Doloroso come il pugno che “chi vi scrive” ha ricevuto in pieno stomaco.

Affetto e Dolore : proprio come dei  “fratellini”.

 

[flagallery gid=458]

Teatro auditorium di San Cesareo associazione “Marionette senza fili”

In scena dal 18 Gennaio al 3 Febbraio “ Fratellini”  di Francesco Silvestri

con Francesco SilvestriVincenzo Tumino.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.